Efficienza energetica e riqualificazione edilizia: intesa strategica tra Green Building Council Italia ed ENEA

Sviluppare azioni congiunte nei settori dell’efficienza energetica, della riqualificazione urbana, delle energie rinnovabili e della sostenibilità energetico-ambientale. E’ questo l’obiettivo del Protocollo di Intesa siglato oggi dal presidente del Green Building Council Italia, Gianni Silvestrini, e dal commissario dell’ENEA, Federico Testa.

L’accordo, presentato durante la tavola rotonda “GBC ADVOCACY, sviluppo di strategie e partnership pubbliche e private”, intende promuovere nuove forme di collaborazione nella filiera nazionale dell’industria delle costruzioni anche per rimuovere le barriere che spesso ostacolano il raggiungimento di elevati standard di efficienza energetica negli edifici. Verranno inoltre elaborate proposte condivise per le semplificazioni autorizzative degli interventi di riqualificazione energetica, al fine di migliorare la competitività del settore produttivo e aumentare l’occupazione.

“Si apre una fase importante che prevede un salto di qualità nella riqualificazione energetica, con un’attenzione maggiore agli interventi su interi edifici con riduzioni dei consumi del 60-70%. Questo passaggio impone una riorganizzazione dell’offerta tecnologica e l’introduzione di soluzioni innovative. La garanzia di qualità delle certificazioni del Green Building Council, accompagnate dalle competenze tecniche dell’ENEA, potranno aiutare a far uscire il settore edilizio dalla crisi in cui versa e a “catturare lo shale gas italiano” rappresentato dalle enormi inefficienze del nostro parco edilizio,” ha dichiarato Gianni Silvestrini, presidente Green Building Council Italia.

“L’ENEA intende mettere a disposizione il suo patrimonio di competenze nell’ambito efficienza energetica sia per il supporto tecnico ad imprese e Pubblica Amministrazione sia per la diffusione delle conoscenze e dell’informazione in questo settore strategico per la competitività del Paese”  – ha sottolineato il Commissario Federico Testa -.  “Una delle tematiche più sfidanti sulle quali siamo impegnati è l’accesso al credito: occorre sviluppare strumenti che possano supportare il mondo finanziario nella valutazione della redditività dei progetti attraverso un  sistema di rating e specifiche forme di audit’”.

Un elemento chiave del Protocollo riguarda proprio l’approfondimento di possibili soluzioni di finanza innovativa che consentano di convogliare il necessario flusso di investimenti verso la riqualificazione di interi edifici e di quartieri.

Altro obiettivo comune del Protocollo è la realizzazione di campagne di comunicazione e informazione presso i cittadini per migliorare l’efficienza energetico- ambientale degli edifici, ridurre il consumo energetico e l’emissione di gas serra e per promuovere tutti gli incentivi disponibili per la riqualificazione energetica. Verranno inoltre promossi eventi formativi sui temi dell’efficienza energetica e della sostenibilità indirizzati ai diversi target della filiera del settore.

L’occasione scelta per annunciare la firma del Protocollo d’Intesa tra Green Building Council ed ENEA è stata il convegno organizzato presso Veronafiere nell’ambito di un percorso di avvicinamento a Greenbuild EuroMed, che si terrà dal 14 al 16 ottobre 2015 a Verona”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie