Expo: al via la World Petition #PIZZAUNESCO

Partita oggi ad Expo Milano, durante il Pizza day for unesco promosso dalla Fondazione UniVerde, Rossopomodoro, APN (Associazione pizzaiuoli napoletani), Coldiretti e Associazione verace pizza napoletana, la word petition per sostenere l’iscrizione dell’arte dei piazzaiuoli napoletani nella lista del patrimonio mondiale immateriale dell’Unesco.

Dopo le prime 300.000 firme raccolte e la candidatura ufficiale da parte dell’Italia, decisa a marzo, occorre una mobilitazione a livello nazionale ed internazionale per ottenere che l’Unesco approvi l’iscrizione. Continuerà, con l’obiettivo di raggiungere il milione di firme, la sottoscrizione lanciata dall’ex ministro dell’Agricoltura, Alfonso Pecoraro Scanio, dalla Coldiretti e dall’Associazione pizzaiuoli napoletani e sostenuta dal marchio di pizzerie napoletane Rossopomodoro.

«Organizzeremo un pizza day al mese e abbiamo anche fissato alcune date – spiega Alfonso Pecoraro Scanio -: il 31 luglio e il 1 agosto, in corrispondenza con il Forum internazionale della Cultura. Il 18 settembre, giornata che Expo dedicherà alla dieta mediterranea, già patrimonio Unesco, ci sarà un gemellaggio che speriamo sia di buon auspicio per la nostra candidatura».

Per valorizzare la manualità dei maestri della pizza è stata organizzata ad Expo, in Piazza Italia, un’esibizione dei pizzaioli acrobatici. Protagonisti di questa performance sono stati: Luigi e Giulio Bartolo, Marco Amoriello, Roberto Buono, Pasquale Diodato e Rodolfo Mercatiello. «Con la candidatura italiana dell’arte della pizza napoletana a patrimonio immateriale dell’umanità abbiamo raggiunto un grande risultato – aggiunge Franco Manna, presidente del Gruppo Sebeto che detiene il marchio Rossopomodoro – perché nessuno é profeta in patria. Adesso dobbiamo convincere il mondo che la nostra proposta ha un valore universale. Se raggiungeremo 1 milione di firme vorrà dire che 1 milione di persone sono d’accordo con noi».

Le firme per la Word Petition saranno raccolte durante tutta la durata di Expo nella pizzeria Rossopomodoro da Eataly, nel padiglione Coldiretti, nei forni dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, da “Ecco pasta e pizza” in Piazza Italia ed in tante altre strutture di Expo che stanno aderendo alla campagna #pizzaUnesco.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie