Per Expo Street Food “al volo” a Milano, grazie a 50 veicoli ecologici

Ed ecco che sarà il cibo a stuzzicare gli appetiti di cittadini e turisti, proponendosi percorrendo le vie cittadine a bordo di mezzi prettamente ecologici che saranno 45 a trazione a pedali o assistita e 5 a motore elettrico. L’occasione è quella dell’Esposizione Universale e gli operatori dello Street Food offriranno i prodotti più svariati della tradizione italiana, dai salumi del mantovano, alla raspadura lodigiana fino alla liquirizia calabra e ancora i cannoli siciliani.

Prodotti di gelateria e pasticceria saranno proposti da 11 mezzi, spremute frullati e yogurt saranno vendute da altri 10 mezzi, panini e focacce con prodotti DOP saranno acquistabili da 23 veicoli su 4 si troveranno prodotti di friggitoria e infine 2 proporranno le mozzarelle di bufala. E a ottenere le 50 autorizzazioni messe a disposizione dal Comune di Milano attraverso un bando, lo scorso marzo, sono stati 35 gli operatori (25 operatori con 1 mezzo, 8 operatori con 2 mezzi, 1 con 4 mezzi e 1 con 5 mezzi). I primi 3 veicoli per lo Street Food sono stati presentati ieri a Palazzo Marino dall’assessore al Commercio, Attività produttive e Turismo, Franco D’Alfonso. “Grazie a questo  progetto portiamo le tematiche proposte da Expo 2015 al centro del commercio itinerante, perché il cibo è sempre cultura e valorizzazione del territorio. – ha precisato D’Alfonso- Oggi lo street food rappresenta una modalità di commercio ampiamente diffusa nelle capitali europee e mondiali.” Una peculiarità per questa attività, poiché essendo itinerante non si deve pagare il canone di occupazione di suolo pubblico e non serve alcuna autorizzazione per l’occupazione dello stesso.

I veicoli saranno tricicli o quadricicli di 3,60 m di lunghezza per 1,70 m di larghezza al massimo, presenteranno una sola veste grafica che farà riferimento al titolare della licenza. “La sperimentazione durerà otto mesi- ha precisato ancora D’Alfonso- e sarà un’occasione di lavoro per tanti giovani.” I mezzi per lo Street Food si troveranno in tutta la città, saranno escluse alcune aree quali l’asse commerciale Piazza San Babila/Castello, Piazza Santa Maria delle Grazie e San Siro (per citarne alcune).

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie