Pornografia, nuova dipendenza fra i giovani

La dipendenza dai dispositivi elettronici come smartphone, tablet e pc si chiama nomofobia, ed è un fenomeno sempre più dilagante. Ma c’è anche un’altro tipo di dipendenza davvero preoccupante, già confermata da uno studio del 2013, quella da pornografia. Un nuovo studio, condotto da un team di ricercatori dell’Università di Padova e coordinato dal dottor Carlo Foresta, i cui risultati sono stati pubblicati sull’International Journal of Adolescent Medicine and Health, mette in evidenza che la pornografia su Internet condizioni la vita dei giovani di età compresa tra i 18 e 20 anni.

Dai dati emerge che il 78% dei giovani si collega abitualmente a siti porno, fra questi il 63% naviga su siti hot varie volte a settimana, mentre un 29% sol oqualche volta al mese. C’è poi un 8% che dichiara di frequentare siti porno più volte al giorno, restandovi in media tra i 20 e i 30 minuti. Ciò che è allarmante è che gli intervistati hanno ammesso che la pornografia nella loro vita è diventata un’abitudine e il 10% ha ammesso di esserne dipendente.

Ma chi sono questi giovani? Si tratta per lo più di figli unici, che passano molte ore da soli poichè i genitori sono al lavoro, ma non solo, la gran parte di essi sono fumatori. Dallo studio emerge anche che quando il bisogno di visionare materiale pornografico si attesta su certi livelli cioè a partire da più volte a settimana vi sono conseguenze anche nella vita reale: il 25% dei casi mostra comportamenti sessuali che secondo i ricercatori non rientrano nella normalità ma sono vere e proprie disfunzioni.

E’ stato evidenziato come il 16% degli utenti abbia un calo importante del desiderio sessuale; il 4% denuncia un aumento dell’eiaculazione precoce o comunque disturbi nell’eiaculazione. E non è tutto, perchè questa dilangante dipendenza compromette i rapporti con persone dell’altro sesso e anche l’attenzione alla prevenzione delle malattie trasmesse sessualmente. I rapporti sono infatti protetti soltanto nel 25% dei casi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie