Spididenim, il jeans autopulente ispirato all’abbigliamento tecnico dei motociclisti

Che i jeans siano il capo d’abbigliamento più amato lo sappiamo tutti, lo si porta in tutte le occasioni e nelle maniere più svariate. Ma perchè non apportare qualche modifica e renderlo tecnologicamente avanzato? Lo spunto viene dall’abbigliamento tecnico usato dai motociclisti professionisti: abbinare dunque alte prestazioni e rispetto dell’ambiente, ma come? Unendo la creatività del designer Maurizio Zaupa e l’esperienza dell’azienda SPIDI, leader da 40 anni nella produzione di abbigliamento tecnico per i campioni della MotoGp e della Superbike. Insieme hanno creato un nuovo tipo di jeans ispirato a quello dei campioni di motociclismo: Spididenim. Alla base di tutto i materiali e questo ha coinvolto il colosso Orta Anadolu, l’azienda tessile produttrice di denim dal 1953. Così effettuate prove e test sono nati i jeans del futuro: resistono ad abrasioni, urti, strappi ma che allo stesso tempo sono morbidi, malleabili e comodi.

In più a questi particolari jeans è stata applicata una innovativa nanotecnologia ecocompatibile, NanoSphere, messa a punto da Archroma e Schoeller Technologies che non fa ricorso a sostanze spalmate e inquinanti. Et voilà Spididenim diventa anche water e oil repellent, autopulente e quindi ecosostenibile, permettendo dunque di ridurre i consumi di acqua, di detersivi e di energia. E non è finita perchè questi jeans sono stati pensati per coloro che nel proprio quotidiano si spostano con la bici, il motorino o la moto e quindi dal mondo dei rider hanno assimilato anche inserti protettivi estraibili, cuciture e tagli ergonomici. E come afferma il fondatore di SPIDI, Nicola Dalla Grana: «Ci piace pensare e dire di aver creato dei pezzi di design, più che dei capi di moda. L’industrial design è un concetto che ci rispecchia perfettamente perché coniuga estetica, funzionalità ed economicità per creare prodotti che durano nel tempo».

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie