Ubriachi d’amore: l’ossitocina produce effetti simili all’alcol

Essere innamorati è un po’ come prendere una sbornia, e secondo un team di ricercatori la colpa probabilmente è dell’ormone dell’amore, l’ossitocina. Gli studiosi evidenzano delle analogie importanti tra gli effetti dell’ossitocina e quelli dell’alcol sul comportamento umano.

“Abbiamo raccolto gran parte della ricerca esistente sugli effetti di ossitocina e alcol” ha spiegato Ian Mitchell dell’Università di Birmingham “e siamo stati davvero colpiti dalle somiglianze incredibili tra i due composti“. Entrambi, infatti, sarebbero in grado di agire sulle strutture corticali limbiche e nella corteccia prefrontale andando ad aumentare la trasmissione del Gaba, ovvero l’acido gamma-aminobutirrico. “Questi circuiti neurali controllano il modo in cui percepiamo lo stress o l’ansia” ha spiegato Mitchell “soprattutto nelle situazioni sociali, come ad esempio i colloqui di lavoro, o il dover invitare qualcuno che ci piace ad uscire. L’alcol o l’ossitocina potrebbero rendere queste situazioni meno spaventose.”

Tuttavia sia l’alcol che l’ossitocina possono rendere la persona più aggressiva, nervosa e invidiosa del solito. Come se non bastasse, andando ad inibire il senso di paura e di prudenza, possono portare la persona a finire nei guai affrontando rischi eccessivi e inutili.  Per questo motivo, conclude Mitchell “Non credo che l’ossitocina verrà mai usata come alternativa all’alcol” ma spera che “questa ricerca possa fare nuova luce sull’ossitocina e aprire nuove strade”.

L’ossitocina aumenta altruismo, generosità ed empatia, e ci rende più propensi a fidarci degli altri. Il tutto avviene sopprimendo l’azione dei circuiti prefrontali e limbici della corteccia, ed eliminando così freni inibitori come la paura, l’ansia e lo stress.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie