Una 500 e due cuochi, parte il docu-tour che introduce la prima edizione Social Cohesion Days

Su una 500 fra gli Appennini alla ricerca della Coesione Sociale. Due chef che hanno fatto della cucina una forma di dialogo, in un docu-tour video di quattro puntate raccontano di relazioni, luoghi, persone e solidarietà per la prima edizione di Social Cohesion Days a Reggio Emilia dal 4 al 6 giugno 2015.

Il viaggio è iniziato: Ali Zaidi e Stefano Giovannelli attraversano l’Appennino Tosco-Emiliano a bordo della loro Fiat 500 alla ricerca di storie, luoghi e persone per raccontare come si crea Coesione Sociale: il tema della tre giorni di seminari e dialoghi che si terrà al Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” di Reggio Emilia dal 4 al 6 di giugno.

In questa prima tappa i due chef raccontano la storia di Succiso (RE), paese dell’Appennino Tosco-Emiliano, che ha resistito allo spopolamento grazie al lavoro della cooperativa di comunità Valle dei Cavalieri gestita da 9 persone. Oggi a Succiso vivono 62 abitanti che hanno deciso di rimanere per valorizzare il proprio territorio attraverso la creazione di una rete sociale ed economica. Il duo on the road, Zaidi-Giovannelli, racconta questa rinascita, e la Coesione Sociale che ne è alla base, attraverso le vite di chi a Succiso c’era e continua ad esserci. Cittadini comuni c on aneddoti fuori dal comune riprese dalle telecamere del docu-tour fra le mura dei caseifici, delle cantine e dei luoghi simbolo dell’antico borgo. Tra la storia dei luoghi visitati nel tour e la cucina quale simbolo di convivialità e stare insieme, si sviluppa il filo conduttore “Buone pratiche di Coesione sociale a Tavola”.

Il docu-tour, fra storytelling e fornelli, racconterà in 4 puntate video, oltre Succiso (RE), anche le città di Reggio Emilia, Prato e Bollate (MI). In questi luoghi i due chef ricercano e narrano, con parole e immagini, alcuni degli esempi virtuosi di coesione sociale in Italia. Storie reali di persone che vivono in armonia nel loro territorio e che, grazie alla passione e al coraggio, hanno “cambiato le cose”. Ci sono quelli che hanno dato nuova vita al proprio paese, quelli che hanno innescato un dialogo tra comunità attraverso il linguaggio dell’arte, quelli che hanno salvato un’azienda e i posti di lavoro, reinventandosi imprenditori, quelli che, infine, sono riusciti a dare un nuovo futuro al recupero dei detenuti. Il filo narrativo fra i vari luoghi sono il cibo e l’atto del mangiare: il simboli primari e universali della condivisione.

Ali Zaidi e Stefano Giovannelli sono due chef, ma anche due artisti, noti per la ricerca di una forma di dialogo attraverso l’arte del cucinare. Il primo ha introdotto nuove formule di food sharing in cui il cibo viene usato come strumento di condivisione sociale e scambio di idee. Giovannelli, romano emigrato a Shanghai, sta esportando in Cina l’approccio italiano alla convivialità e alla condivisione. Il progetto si sviluppa nell’ambito della prima edizione di Social Cohesion Days, che si terrà al Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” di Reggio Emilia, dal 4 al 6 giugno 2015. Organizzato da Fondazione Easycare, Social Cohesion Days ha in programma trentadue eventi tra seminari, conferenze e dialoghi aperti al pubblico insieme a trenta personalità delle istituzioni, delle organizzazioni no-profit e dell’Università per promuovere modelli di welfare all’avanguardia.

I lavori di Social Cohesion Days, momento di riflessione e di confronto sulle politiche volte ad arginare le diseguaglianze sociali, si articolano su quattro Conferenze (“Seminari”) e quattro eventi connessi di dibattito (“Dialoghi”) volti ad approfondire alcuni macrotemi: Lavoro e occupazione, Pensioni, Inclusione sociale e lotta alla povertà, Sanità e politiche per la non-autosufficienza. Nel corso della rassegna sono inoltre previsti 24 side event, incontri realizzati in collaborazione con i partner delle Giornate su tematiche rilevanti per promuovere la Coesione sociale. Nei side event dedicati a temi vicini e a momenti culturali, come mostre fotografiche e letterarie, si converserà di Europa, Responsabilità Sociale d’Impresa, Famiglia, Economia, Cultura, Teatro, Educazione, Sanità, Cooperazione, Sharing Economy, Immigrazione, Educazione, Mondo, Legalità, Documentario, Cibo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie