ecoROTR, la turbina eolica di GE con la cupola in alluminio

L’eolico è in continua trasformazione, non molto tempo fa avevamo parlato di un ibrido eolico-fotovoltaico, il Solar Mill. Ma c’è ancora una evoluzione nella classica turbina eolica a tre pale, o meglio una nuova versione che si chiama ecoROTR su cui troneggia una cupola un alluminio, il cui scopo è quello di aumentare l’efficienza delle turbine eoliche nei luoghi in cui è difficile sfruttare la forza del vento. Si tratta di un nuovo aerogeneratore della General Electric. Con un’altezza pari a quasi la metà della torre Eiffel, l’aerogeneratore aggiunge una struttura a cupola di circa 9 tonnellate nella parte anteriore al rotore. Mike Bowman, a capo della sezione progetti di energia sostenibile presso la GE Global Research dice: “Sembra quasi come se un UFO fosse rimasto bloccato sulla parte frontale. Ma la cupola potrebbe essere il futuro dell’energia eolica”.

Due anni di lavoro a questo progetto, nato da una sfida lanciata da Mark Little, che gestisce la GE Global Research, semplicemente con una sorta di modellino costituito da una palla di polistirolo e uno stuzzicadenti: obiettivo la realizzazione di un rotore in grado di sfruttare una quantità maggiore di vento. Come spiega Bowman: “Ha detto alla squadra di cercare risposte inaspettate. Non si può semplicemente allungare le pale. Sono già troppo grandi e troppo difficili da trasportare”. Questa nuova caratteristica ha la funzione di deviare quella porzione di vento che normalmente colpisce il mozzo e viene sprecata, alla punta delle pale. Già il primo prototipo da laboratorio analizzato nella galleria del vento ha mostrato un aumento fino al 3 per cento in termini di prestazioni. “Potrebbe non sembrare molto, ma lo è quando si applica questo incremento ad un intero parco eolico con decine di turbine”.

Grazie ai vari test effettuati e alle relative conferme è stato possibile realizzare una versione di ecoROTR in scala reale, installata nel deserto della California, USA, dove ad oggi è in funzione. Il team di ingegneri ha attaccato questa cupola sperimentale di circa 18 metri di diametro, ad una turbina eolica da 1,7 megawatt, una delle macchine più potenti di GE. Non solo la cupola, ma anche la torre è un prototipo, essa infatti al posto dei tubi d’acciaio tradizionali, utilizza un traliccio di metallo avvolto in un cappotto in poliestere. La turbina eolica è letteralmente ricoperta di sensori che in questi quattro mesi vigileranno sul suo lavoro, registrando i dati su efficienza e prestazioni.
Fonte Rinnovabili.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie