General Electric: prima installazione al mondo di software per migliorare efficienza centrali elettriche

Prefiggendosi l’obiettivo di aumentare la propria capacità per soddisfare il futuro fabbisogno energetico irlandese, la centrale elettrica di Whitegate, nella contea di Cork, ha implementato una nuova tecnologia software GE (NYSE: GE), mirata ad aumentare l’efficienza e l’affidabilità operative. Il sito sarà il primo al mondo a installare Reliability Excellence, una nuova soluzione software avanzata che si basa sull’analisi dei dati industriali per identificare in modo predittivo i problemi operativi prima del loro manifestarsi.

La centrale a gas a ciclo combinato da 445 megawatt è situata a 25 miglia a est della città di Cork ed è di proprietà di Bord Gáis Energy, una controllata del Gruppo Centrica dal mese di luglio 2014. GE, che ha fornito gli impianti di generazione originari, si occupa della gestione e della manutenzione della centrale di Whitegate per conto di Bord Gáis Energy, come definito nel contratto di fornitura di servizi della durata di 12 anni siglato dalle due società. La centrale di Whitegate è operativa da novembre 2010 e genera energia elettrica sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 300.000 abitazioni.

Entro il 2020, il Governo irlandese punta a far sì che il 40% del consumo lordo di energia elettrica del Paese provenga dalla produzione di energia da fonti rinnovabili. Proseguendo su questa strada, diventa sempre più importante la capacità di generare energia “a richiesta”, e in modo affidabile. È in quest’ottica che Bord Gáis Energy ha compreso di dover preparare la centrale ad affrontare le sfide future. “Per Whitegate, che può arrivare a fornire elettricità al 10% delle famiglie irlandesi, è di cruciale importanza essere in grado di generare energia elettrica quando il gestore del sistema di trasmissione lo richiede”, afferma Rory Griffin, Operations Engineer di Bord Gáis Energy presso la centrale di Whitegate. “La nuova tecnologia software di GE rappresenta la soluzione ideale che contribuirà a innalzare i livelli di affidabilità e disponibilità del nostro impianto ottimizzando gli interventi di manutenzione che prevedono un fermo”.

Nel giugno 2014, GE ha lanciato il progetto del software installando una soluzione di monitoraggio basata sulle condizioni in tempo reale, provvista di 141 sensori in tutto l’impianto. Grazie al monitoraggio 24 ore su 24 delle apparecchiature hardware di Whitegate, la tecnologia Reliability Excellence di GE offre agli operatori della struttura un’unica visione consolidata delle prestazioni della centrale. Tali dati si traducono in raccomandazioni operative che consentono alla centrale di concentrarsi sulle attività di manutenzione minimizzando i tempi di inattività. Inoltre, le esaurienti capacità di analisi dei dati del software aiutano la centrale di Whitegate ad anticipare le anomalie operative, incluse le dinamiche di combustione e l’usura dei componenti, evitando così l’aggravarsi delle condizioni e il conseguente arresto dell’impianto per effettuare costose riparazioni impreviste.

La seconda fase del progetto comprenderà un modulo mirato all’ottimizzazione dei processi operativi e alla massimizzazione dell’operatività, in cui saranno fornite analisi incentrate sugli indicatori chiave di performance per più livelli della struttura. Questa fase garantirà una maggiore flessibilità operativa e un allineamento più efficace delle prestazioni dell’impianto al mercato reale. “Per la nostra squadra è stato estremamente soddisfacente collaborare con Bord Gáis Energy per dimostrare le capacità che il nostro software Reliability Excellence è in grado di offrire ai clienti di tutta Europa, e a costi tanto contenuti”, ha commentato Ramon Paramio, Direttore Generale Europa della divisione Power Generation Services di GE. “Il progetto Whitegate stabilisce un presupposto basato sull’affidabilità dei dati che consente all’operatore di prendere le decisioni migliori a seconda della capacità operativa in tempo reale”.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie