Jeans modello skinny sotto accusa: danneggiano muscoli e nervi

Gettonatissimi e di gran moda, i jeans skinny sono un capo di abbigliamento presente in quasi tutti gli armadi femminili. Sono fascianti come una seconda pelle, ma attenzione, portarli troppo a lungo può causare danni alla salute di muscoli e nervi. A confermarlo, i medici del royal Adelaide Hospital and Department of Medicine in Australia che hanno descritto sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry un caso eclatante. Infatti, proprio a causa di questi jeans una donna di 35 anni è stata ricoverata in ospedale con gravi problemi alle gambe dovuti appunto all’effetto costringente di questi pantaloni.

La 35enne in questione infatti, aveva aiutato un parente in un trasloco e aveva indossato per tutta la giornata gli skinny, compiendo varie azioni, come svuotare armadi, riempire scatoloni, stando molto tempo accucciata. COn il passare delle ore però i jeans le davano la sensazione di essere sempre più stretti e scomodi tanto che verso fine giornata la donna ha cominciato ad accusare l’intorpidimento dei piedi e difficoltà a camminare. A un certo punto è inciampata, è caduta e non è più stata in grado di rialzarsi da sola. È rimasta a terra per quattro ore prima di essere soccorsa e quando sono arrivati i medici hanno dovuto tagliare i jeans per «liberarla».

Il pare dei medici è stato che si era sviluppata una condizione definita come sindrome compartimentale: il sangue, in altre parole, non riesce a circolare bene né ad arrivare dove dovrebbe. Ciò comporta tumefazione dei muscoli, con dolore e gonfiore delle parti interessate. Alla donna è stata applicata una flebo e dopo 4 giorni è di nuovo tornata a camminare senza aiuto. Il caso ha fatto eco e si è scoperto come anche altri medici abbiano riportato una serie di casi in cui i pazienti, sempre dopo avere indossato jeans skinny, hanno sviluppato formicolio alle cosce e intorpidimento dei muscoli.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie