Onu: Giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illegale di droga

In occasione della Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga, richiamiamo l’attenzione sull’importanza di affrontare queste problematiche con un approccio equilibrato, basato sulla consapevolezza che lo sviluppo sostenibile può e deve catalizzare il cambiamento su tutti questi fronti, è quanto ha detto Ban Ki-moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite.

La lotta contro le droghe illegali deve andare di pari passo con i nostri sforzi per promuovere maggiori opportunità di sviluppo equo e sostenibile. Dobbiamo costantemente ambire al rafforzamento dei più deboli e dei più fragili. La sessione speciale dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sul problema mondiale della droga, che si terrà nel mese di aprile 2016, sarà un’occasione per i paesi per progredire su questo tema, condividendo conoscenze e forgiando soluzioni comuni. La nostra risposta comune a questa sfida si basa sulle convenzioni internazionali per il controllo delle droghe. Nel pieno rispetto delle norme e degli standard sui diritti umani, le Nazioni Unite raccomandano un attento riequilibrio delle politiche internazionali in materia di controllo delle droghe. Dobbiamo prendere in considerazione le alternative alla criminalizzazione e all’arresto delle persone che fanno uso di droghe e focalizzare gli sforzi di giustizia penale contro trafficanti e spacciatori. Dobbiamo concentrarci maggiormente sulla salute, la prevenzione, il trattamento e la cura, nonché sulle strategie economiche, sociali e culturali.

Dobbiamo affrontare il nesso tra droga e violenza, corruzione e terrorismo. Un approccio equilibrato sa riconoscere la stretta connessione tra chi traffica la droga e le reti criminali coinvolte nel contrabbando delle armi da fuoco, nei sequestri di persona, nel traffico di esseri umani e altri reati. Dobbiamo inoltre raddoppiare gli sforzi contro lo spaccio dei precursori chimici alla base di tante droghe illegali. Promuovere la cooperazione internazionale attraverso le convenzioni delle Nazioni Unite sul crimine transnazionale organizzato e la corruzione è essenziale per affrontare le odierne sfide di sicurezza e di sviluppo. Nessun criminale dovrebbe sfuggire alla giustizia. Un approccio equilibrato richiede unità d’intenti all’interno della comunità internazionale, comprese le Nazioni Unite, la società civile e, soprattutto, le diverse nazioni. Nessun paese può agire da solo. Un approccio integrato a livello locale, regionale e globale è il modo migliore per contrastare i trafficanti, allo stesso tempo proteggere i gruppi vulnerabili e le comunità emarginate.

Il prossimo settembre i leader mondiali si incontreranno presso le Nazioni Unite per adottare la nuova agenda di sviluppo sostenibile per sradicare la povertà e offrire a tutti una vita dignitosa. Questo piano ambizioso, sebbene realizzabile, dovrà fare i conti con diversi ostacoli, tra cui le devastanti conseguenze del traffico e dell’abuso di droghe per le comunità e gli individui.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie