Primo intervento al mondo per curare ipertensione pediatrica effettuato al Gaslini di Genova

All’ospedale Gaslini di Genova è tata effettuata per la prima volta al mondo su una bambina di 6 anni, affetta da sindrome di Turner, l’operazione “brucia-arterie”. La bambina aveva una forma molto grave di ipertensione e aveva avuto già un ictus. Grazie al questa operazione e dopo mesi di cure, i valori della bambina si sono normalizzati.

I chirurghi sono stati costretti a sottoporre la piccola a denervazione renale, un intervento che riduce la pressione arteriosa quando i medicinali non sono più efficaci, come descritto sulla rivista Bmj Case Reports. Scrivono i medici: “possiamo confermare che la denervazione renale può essere usata per trattare l’ipertensione grave nei bambini in modo sicuro”.

Tale intervento effettuato al Gaslini è stato praticato in maniera mini invasiva, praticando un un piccolo buco all’inguine, poi con strumenti millimetrici si raggiungono le arterie renali, dove si effettuano delle “bruciature” che servono a disconnettere il sistema nervoso del rene dal sistema nervoso centrale, provocando un calo della pressione. Per farlo i medici hanno dovuto adattare la procedure “per adulti” ai piccoli vasi sanguigni della bambina e miniaturizzare i cateteri.

Per quanto ci possa sembrare strano o raro, i bambini infatti possono soffrire di pressione alta, magari a causa di un ispessimento della parete muscolare o per altre malattie in cui si osserva una patologia delle pareti vascolari, come la displasia fibromuscolare (FMD), alcune patologie del tessuto connettivo (Ehler-Danlos IV) o nella Moya-Moya.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie