Scoperto il meccanismo che scalda l’atmosfera del Sole

Perchè le parti più esterne del Sole sono più calde del suo nucleo? Questa è la domanda che si sono fatti per anni molti ricercatori, una domanda a cui oggi un gruppo di ricercatori del Politecnico francese Palaiseau sembrano aver risposto. Sembra infatti che il segreto sia in una sorta di “foresta magnetica” che si nasconde sotto la superficie. Lo studio, coordinato da Tahar Amari è stato pubblicato su Nature. Da ciò che si legge nello studio, sembra che, appena sotto la superficie della stella esisterebbe una ‘dinamo’ che produce un complesso campo magnetico molto irregolare che scalda la corona solare.

Al contrario di quanto ci si aspetterebbe, una delle regioni più esterne del Sole (la corona) è molto più calda della parti interne, per spiegarsi meglio, come se una fiamma fosse più calda all’esterno piuttosto che all’interno. Proprio su questa particolarità lavorano e studiano da anni molti ricercatori che hanno elaborato in merito diverse teorie per capirne il motivo e i meccanismi. Fra queste, anche quella dell’esistenza di ‘tornado’ magnetici che trasportano il calore all’esterno.

Ma in base al nuovo studio sembra invece che la causa di questo singolare fenomeno sia una sorta di una dinamo magnetica, qualcosa di simile a quella presente all’interno della Terra e che garantisce l’esistenza di uno ‘scudo’ magnetico che ci protegge dai raggi cosmici. Quella solare sarebbe posta appena sotto la superficie e produrrebbe una complessa di ‘foresta’ di piccoli campi magnetici.

Grazie a da essa si produrrebbero piccole eruzioni il cui materiale verrebbe scaraventato nelle regioni esterne, la corona. Questa maglia magnetica sarebbe in costante evoluzione e questi cambiamenti sarebbero compatibili con le deboli interferenze che si misurano sulla superficie.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie