Vedere per mezzo della lingua, nuovo stumento aiuterà i non vedenti

Un nuovo stumento aiuterà i ciechi a vedere per mezzo della lingua. Attraverso BrainPort V100, una telecamera montata su un paio di occhiali muniti di un sensore che converte le immagini catturate dalla videocamera in segnali elettrici. Il via libera all’utilizzo del dispositivo arriva dalla Fda, ente Usa che regolamenta i prodotti alimentari e farmaceutici, dopo una serie di valutazioni sia sull’efficacia, sia sui potenziali rischi associati all’uso del dispositivo intraorale.

La sensazione, riferiscono i produttori, può essere paragonata a quella dell’acqua leggermente frizzante. Attraverso l’esercizio, i non vedenti arrivano a interpretare i diversi segnali ricevuti per determinare posizione, dimensione, forma ed eventuale movimento degli oggetti. In abbinamento al bastone bianco o al cane guida, spiega la Food and Drug Administration (Fda), aiuterà i non vedenti a orientarsi elaborando immagini visive a partire dagli stimoli ricevuti sulla lingua. Stando agli studi condotti, i due terzi (69%) delle 74 persone che hanno preso parte alla sperimentazione, della durata di un anno, si sono dimostrati in grado di riconoscere gli oggetti.

La sensazione, riferiscono i produttori, può essere paragonata a quella dell’acqua leggermente frizzante. Attraverso l’esercizio, i non vedenti arrivano a interpretare i diversi segnali ricevuti per determinare posizione, dimensione, forma ed eventuale movimento degli oggetti. A renderlo possibile, un apparecchio hi-tech che combina un paio di occhiali con videocamera e un piccolo dispositivo intraorale dotato di 400 elettrodi.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie