Arriva lo smartphone per la prevenzione e la rilevazione delle cadute degli anziani

Uno smartphone in grado di rilevare i movimenti degli anziani che lo utilizzano, registrandoli e catalogandoli in modo da fornire informazioni su cosa fare per arginare le conseguenze di un attimo di distrazione o di uno sbandamento. Il progetto di ricerca si colloca all’interno del progetto europeo FARSEEING (Fall Repository for the design of Smart and sElf-adaptive Environments prolonging INdependent livinG) che ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita nei soggetti anziani e lo sviluppo di dispositivi indossabili per il monitoraggio delle attività quotidiane, al fine di fornire uno strumento ottimale per la prevenzione e la rilevazione delle cadute.

Le lesioni causate da esse sono infatti una delle cause principali di morte nella popolazione anziana e di ricoveri ospedalieri. Nei paesi dell’UE più di 400,000 fratture all’anca sono state causate da cadute, e nove su dieci si sono verificate su soggetti over 50, di cui l’80% donne. Il dispositivo è stato consegnato nei mesi scorsi a 250 anziani della provincia di Firenze nell’ambito del progetto europeo ‘Farseeing’ per l’elaborazione di una banca dati mondiale sulle cadute degli anziani, a cui ha aderito la Azienda sanitaria fiorentina (Asf).

Il progetto, premiato di recente dalla commissione europea, in provincia di Firenze ha coinvolto in tutto 1.400 over 65. Tra gli scopi principali, comprendere come preservare le persone di età avanzata da incidenti potenzialmente anche molto gravi. Secondo i dati diffusi dall’Asf, circa un anziano su tre cade accidentalmente ogni anno. Nei pazienti affetti da parkinson l’incidenza annuale delle cadute è stimata tra il 60 e l’80 per cento.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie