Canada, guardia forestale si rifiuta di uccidere cuccioli di orso: sospesa senza paga

Si è rifiutato di uccidere due cuccioli di orso rimasti orfani della madre, abbattuta perché razziava continuamente una cella frigorifera nei pressi di Port Handy, città della British Columbia. E per questo Bryce Casavant, guardia forestale canadese, è stato sospeso dal lavoro e non percepirà lo stipendio.

L’uomo, nonostante avesse ricevuto ordine dai suoi superiori di eliminare gli orsetti, ha deciso di affidarli a una struttura che si occupa di curare animali: la North Island Wildlife Recovery Association, situata sull’isola di Vancouver. Dopo la notizia della sospensione, sul web è stata lanciata una petizione all’indirizzo del Ministro dell’Ambiente canadese, Mary Polak, affinché Casavant venga reintegrato immediatamente.

“E’ una situazione spiacevole e triste – ha dichiarato la Polak – Sebbene le nostre guardie forestali debbano a volte abbattere animali selvaggi per il bene della comunità, comprendo quanto questo sia complicato per tutti i soggetti coinvolti”. I due cuccioli, un maschio e una femmina, sono in buone condizioni di salute e hanno ricevuto anche un nome: Jordan e Athena. Appena saranno in grado di cavarsela da soli verrano rimessi in libertà.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie