Enpa: contro l’abbandono degli animali petizione su Firmiamo.it

Con l’arrivo della bella stagione torna anche il terribile fenomeno dell’abbandono degli animali in vista delle ferie estive, una piaga enorme di difficile controllo e monitoraggio che non coinvolge solo tantissimi cani e gatti lasciati a bordo strada, ma che riguarda anche un numero sempre più considerevole di conigli, cavie e animali esotici. Per contrastare questa crudeltà Enpa ha dato il via ad una strutturata campagna antiabbandono promossa anche attraverso una petizione creata ad hoc su Firmiamo.it e lanciata in occasione delle “Giornate contro l’abbandono” del 4 e 5 luglio.

Su questa rinnovata collaborazione con Firmiamo.it, Marco Bravi, responsabile comunicazione e sviluppo iniziative e presidente del Consiglio Nazionale Enpa, spiega: «Da Nord a Sud, isole comprese sono un centinaio i banchetti che le Sezioni locali allestiranno sabato 4 e domenica 5 luglio per dire no all’abbandono di animali; un fenomeno che, nonostante i progressi compiuti negli ultimi anni, anche grazie alle nostre campagne di sensibilizzazione e alla crescita del numero di strutture “animal friendly”, continua a rappresentare per il nostro Paese una piaga inaccettabile. Proprio per questo – conclude Bravi – ci affianchiamo, ancora una volta, a Firmiamo.it per promuovere un’ambiziosa petizione, pensata ad hoc, contro l’abbandono e il conseguente fenomeno del randagismo di tutti i tipi di animali».

“Arriva l’estate e all’improvviso quello che era un fedele compagno di vita, magari messo sotto l’albero qualche mese prima tra i regali di Natale perché sembrava un tenero peluche, diventa solo un enorme peso che non diverte più nessuno. La priorità nelle menti stressate dalla vita quotidiana è la vacanza e quel batuffolo a 4 zampe viene visto come l’ennesimo ostacolo insormontabile tra noi e l’ombrellone. Così viene abbandonato sul bordo di una strada, in un parco, all’autogrill, come un oggetto rotto che non serve più e che non sentirà la nostra mancanza (…). L’abbandono degli animali è una vergogna che deve essere fermata, facciamoci sentire affinché tutto ciò non accada mai più”. Per aderire gratuitamente alla raccolta firme, basta andare al link e cliccare su “firma”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie