In Cile l’impianto a fotovoltaico bifacciale più grande al mondo

Il Cile è all’avanguardia in merito alle energie rinnovabili, infatti, proprio nella regione di Valparaiso, è in costruzione il parco solare più grande al mondo che si chiamerà La Hormiga (la formica). Quando sarà a pieno regime raggiungerà un picco di 2,5 MW e proprio per questa sua caratteristica sarà l’impianto fotovoltaico bifacciale più grande al mondo. Il merito è però tutto italiano, sia dal punto di vista della tecnologia impiegata che da quello della costruzione dell’impianto. L’impianto, che dovrebbe essere pronto nel terzo trimestre di quest’anno è costituito da celle solati BIson, prodotte dall’azienda veneta MegaCell.

Grazie a questa tecnologia anche la faccia posteriore della cella è attiva e può quindi assorbire la luce cirocstante e produrre altra energia, oltre a quella prodotta dalla faccia anteriore della cella. Il sistema ha un’efficienza superiore al 20% nel fronte e superiore al 17% nel retro, con un rapporto di bifaccialità superiore all’87%, il più alto valore oggi presente sul mercato mondiale. I costi di produzione fra l’altro sono davvero contenuti perchè viene usato un processo produttivo integrabile con le linee di fabbrica oggi esistenti.

E’ la Griguol Impianti Elettrici a realizzare l’impianto, mentre il finanziamento viene da un investitore cileno. L’impianto è costituito da 9.180 moduli bifacciali in silicio con una potenza di picco nominale di 270 Wp ciascuno, montati su un telaio fisso, oltre ad essi vi sono anche 240 moduli solari standard. La tecnologia dovrebbe assicurare una produzione totale di energia elettrica pari a circa 5,78 GWh l’anno, pari ad un aumento di oltre il 20% nel normale rendimento di un parco solare. Come spiega la MegaCell: “Pertanto sarà possibile raggiungere un valore di LCOE (Costo Levelized of Energy) inferiore a 59 dollari il MWh all’anno”. Tempo di vita media stimato: oltre quarant’anni.
Fonte Rinnovabili.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie