L’Inviato Speciale, campagna Veratour per le vacanze family friendly

#inviatospeciale, questa la parola d’ordine che ha segnato la seconda edizione appena conclusa de “L’Inviato Speciale”, un’interessante iniziativa di cui è stata promotrice Veratour a favore di travelblogger e storyteller con l’obiettivo di raccontare e condividere l’esperienza di una vacanza in un Villaggio Veratour Veraclub.
Il tema portante dell’iniziativa sono state le vacanze con i bambini, di cui sono state protagoniste due family blogger, Valentina Cappio, autrice del blog The Family Company, e Cristina Rampado, autrice di Crinviaggio, partite con i propri bambini per una settimana in due esclusivi Villaggi Veraclub con l’obiettivo di raccontare attraveso post, tweet, video e immagini l’esclusivo stile Made in Italy che da oltre venticinque anni contraddistingue l’offerta Veratour.

Valentina Cappio, ha soggiornato presso il Veraclub Palm Beach & Spa in Madagascar e Cristina Rampado presso il Veraclub Jaz Oriental a Marsa Matrouh in Egitto. Insieme alle loro famiglie le due blogger hanno potuto sperimentare in prima persona lo stile dell’ospitalità tutta italiana in due località esotiche. I resort prescelti per il soggiorno sono stati selezionati in base ad un ben preciso criterio, quello di essere family friendly, cioè coerenti con l’intento del progetto e la mission stessa di Veratour che fa delle famiglie con bambini il core business dei propri pacchetti vacanze.

Protremmo riassumere in due parole l’intento de L’Inviato Speciale : viaggio e villaggio, ossia promuovere un’idea di vacanza e di coinvolgimento di un target complesso di appassionati di viaggi per creare conversazioni e passaparola e condividere il Villaggio come una vera e propria esperienza di viaggio. Sfida vinta come dimostrato dalle dichiarazioni delle due protagoniste: “Un’esperienza davvero straordinaria: abbiamo visto posti splendidi, attraversato villaggi fatti di capanne, fatto snorkeling in un mare turchese e costruito castelli di sabbia su una spiaggia bianchissima. È stata una vera e propria full immersion nei sorrisi del popolo malgascio. Indimenticabile!” ha dichiarato Valentina Cappio. Mentre Cristina Rampado ha detto: “Una scoperta interessante e stimolante. Non avevo mai vissuto un viaggio in questo modo: relax, sole, mare incantevole, sport, buon cibo, esperienze, escursioni e molto altro tutto a portata di mano.”

Per entrambe le blogger questa esperienza ha fatto sì che la percezione del Villaggio Vacanza cambiasse proprio perchè hanno potuto constatare di persona l’organizzazione, la professionalità di assistenti, cuochi e animatori che lavorano in Villaggio e la particolare attenzione alla sicurezza, che consente di viaggiare con i bambini in tutta tranquillità anche in mete esotiche.

Valentina Cappio ha infatti sottolineato che la formula della “Vacanza Made in Italy” “facilita la vita alle famiglie italiane pur mantenendo intatta la percezione della cultura locale”. Lo stesso vale per Cristina Rampado che di Veratour dice: “offre davvero un buon compromesso tra l’esigenza di comfort e il “sentirsi a casa” e la voglia di scoprire mete esotiche”.

Ciò che Veratour si è prefissa di raggiungere quali obiettivi per le famiglie si riassume in una frase di Valentina: “è importante dedicare anche dei momenti a se stessi e trovare un giusto equilibrio tra avventura, famiglia e coppia. Ecco, l’offerta Veratour per le famiglie con bambini mi ha permesso di fare esattamente questo”.
Così grazie alle due blogger e alla loro esperienza sono state eliminate le barriere della lontananza facendo sì che la grande community non solo del web, ma anche di Veratour (180mila utenti) venissero coinvolte in questa interessante iniziativa.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie