Rifiuti carta e cartone: Comieco, in Campania cresce de 18% nel 2014

Il 2014 è stato un anno positivo per la raccolta differenziata di carta e cartone in Campania: quasi 200mila tonnellate raccolte, in aumento del 18% (circa 30mila tonnellate in più) sull’anno precedente, con una raccolta pro capite passata da 29 a 34 kg per abitante. È quanto emerge dal XX Rapporto Annuale di Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo di imballaggi a base cellulosica.

I dati medi provinciali forniscono un quadro relativamente omogeneo con una classifica ristretta. Guida la provincia di Salerno  che ha raccolto 35,9 kg per abitante (circa 40mila tonnellate); quasi a parimerito Benevento (35,3 kg/abitante e una raccolta di oltre 10mila tonnellate). Completa il podio la provincia di Napoli con 34,7 kg/abitante, +19% rispetto allo scorso anno. Segue Avellino, con 32,7 kg/abitante e una raccolta di circa 15.000 tonnellate e a chiudere la provincia di Caserta con 30 kg pro capite, ma il miglior incremento di raccolta rispetto al 2013 (+32,6%).

Nonostante l’incremento complessivo della raccolta, la Campania mantiene un procapite ancora sotto la media nazionale (51,7 kg/abitante). Per ridurre questo gap, nel 2015 è stato rinnovato il Bando Anci-Comieco, a conferma dell’impegno del Consorzio nel sostenere i comuni italiani nello sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone. In Campania, sono sette i comuni ammessi al Bando che riceveranno oltre 300 mila euro di finanziamenti per l’acquisto e il potenziamento delle attrezzature per la raccolta e per campagne di sensibilizzazione.

“I finanziamenti erogati all’interno del Bando Anci-Comieco si vanno ad aggiungere ai corrispettivi economici che Comieco riconosce ai Comuni in convenzione a fronte della loro raccolta differenziata di carta e cartone: nel 2014 sono stati oltre 7 milioni e 500mila euro i corrispettivi versati ai Comuni campani.” ha dichiarato Ignazio Capuano, Presidente di Comieco. “L’impegno di Comieco in Campania si concretizza anche in numerose attività mirate promosse dal Consorzio sul territorio: dal progetto dedicato al Rione Sanità di Napoli per il recupero del cartone prodotto dall’attività dei commercianti e degli artigiani del quartiere con l’obiettivo, non secondario, di animare il quartiere e di renderlo più pulito, al progetto col comune di Gragnano per avviare un’autentica “economia circolare”, coinvolgendo le imprese della filiera della produzione e confezionamento della pasta.”

A livello nazionale, nel 2014 la raccolta di carta e cartone ha registrato un aumento del +4% per un totale di oltre 3,1 milioni di tonnellate: 120 mila tonnellate in più rispetto all’anno precedente e un pro capite che sfiora i 52 kg/abitante (nel 2014 era di 48 kg/abitante). Guardando nel dettaglio l’intero Paese, le variazioni sono tutte in positivo per le tre macro aree: +1,6% per il Nord, +4,7% per il Centro e il Sud con +10,6%.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie