Bere tanta acqua è inutile, si tratta di un mito da sfatare

Per avere una corretta idratazione, è importante bere regolarmente molta acqua?. Per il New York Times non serve, si tratta, di un mito da sfatare.

Non c’e alcun fondamento scientifico dietro a uno dei consigli che nella stagione più calda spopolano sui giornali, puntualizza il Times, sottolineando come bere quantità industriali di acqua non aiuta necessariamente a combattere la disidratazione e gli effetti delle ondate di calore. L’autore dell’articolo, Aaron Carroll, docente alla scuola di medicina dell’Università dell’Indiana, spiega come è vero che servirebbero due litri e mezzo di acqua al giorno.

L’equivoco sarebbe nato nel 1945 con una prescrizione del “Comitato per il cibo e la nutrizione”, secondo cui ogni persona ha bisogno di 2,5 litri d’acqua al giorno. Peccato che quasi nessuno si sia spinto alla frase successiva, che specifica: “La maggior parte di questa quantità è contenuta nei cibi che ingeriamo dalla frutta alla verdura, dalla birra ai succhi, dal the al caffè”.

La scienza non è mai riuscita a dimostrare che bere più acqua mantenga la pelle idratata e la faccia sembrare più sano e senza rughe. È vero che alcuni studi hanno rilevato benefici per la salute con un alto consumo di acqua, ma ‘alto’ significa molto meno di otto bicchieri al giorno”, dice il dottore americano.

Insomma, non c’è da preoccuparsi se non si sente la necessità di bere e non si ha sete e non ci si deve sforzare di farlo “perché fa bene”. Non che bere non sia una buona abitudine, ma non c’è prova del nesso di causalità tra il bere e il miglioramento della salute.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie