Foreste tropicali: area grande quanto India scomparirà entro 2050

Allarme per le foreste tropicali: se la loro distruzione continuerà al ritmo attuale, entro il 2050 l’umanità potrebbe perdere un’area di foreste grande quanto l’India. A rivelarlo un rapporto del Center for Global Development, che sottolinea come senza interventi contro la deforestazione, nel mondo 289 milioni di ettari di foreste tropicali verranno distrutti nei prossimi 35 anni.

I ricercatori mettono in guardia sulle conseguenze della deforestazione sul riscaldamento climatico: la distruzione dei polmoni verdi della Terra rilascerebbe nell’atmosfera una grande quantità di anidride carbonica, mettendo a rischio l’obiettivo dell’aumento delle temperature entro i 2 gradi Celsius.

Una via per salvare le foreste: l’imposizione di un prezzo per l’emissione di anidride carbonica. Secondo lo studio, un costo di 20 dollari per tonnellata di CO2 potrebbe prevenire tra il 2016 e il 2050 l’emissione di 41 gigatonnellate di CO2 causate dalla deforestazione. E un costo maggiore aumenterebbe i benefici: un prezzo di 50 dollari potrebbe prevenire l’emissione di 77 gigatonnellate. Anche le politiche contro la distruzione delle foreste possono essere efficaci: i ricercatori citano l’esempio del Brasile, che dal 2004 ha ridotto la deforestazione dell’Amazzonia quasi dell’80%.

Se il trend attuale continuerà, 169 miliardi di tonnellate di gas serra saranno accumulati nell’atmosfera entro il 2050, equivalenti al lavoro di 44mila centrali a carbone per un anno, concludono gli autori. Le foreste consolidano il terreno, assorbono le piogge in eccesso ma soprattutto assicurano cibo alle popolazioni colpite e proteggono dalle ondate di calore. Nel solo 2013 i disastri ambientali hanno causato 22 milioni di profughi, 22.600 morti per un totale di 330 accadimenti. La deforestazione rende il territorio più vulnerabile. E’ indispensabile raggiungere l’obiettivo deforestazione Zero entro il 2020”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie