Giappone: Riattivato il reattore nucleare numero uno della centrale di Sendai

Dopo la catastrofe di Fukushima nel marzo 2011 che ha fatto oltre 11mila vittime, questa mattina alle 10,30, ora locale, è stato acceso il reattore numero uno della centrale di Sendai, sull’isola meridionale di Kyushu. L’impianto si trova a 50 chilometri dal vulcano attivo di Sakurajima. A renderlo noto la società Kyushu Electric Power ha annuciato la ripresa della centrale di Sendai, nella prefettura meridionale di Kagoshima. Il primo reattore è ripartito secondo le norme di sicurezza più stringenti definite dopo l’incidente del 2011 che ha fatto oltre 11mila vittime.

“Il riavvio delle centrali nucleari confermate come sicure è importante nella nostra politica energetica”, ha dichiarato il premier nipponico, che sembra non curarsi delle proteste degli attivisti ambientalisti che si susseguono in queste ore, sia nella capitale sia a Fukushima. Tra i vari gruppi che stanno manifestando anche quello di gruppo Sealds (Stu­dents Emer­gency Action for Libe­ral Democracy), il quale si oppone al nucleare.

Tutti i 48 reattori nucleari del Giappone furono spenti dopo il disastro all’impianto Daiichi di Fukushima, causato dal terremoto e il successivo tsunami del 2011. Le autorità nipponiche hanno dato il via libera un anno fa alla riaccensione dell’impianto di Kyushu, che opera in base alle più strette misure di sicurezza imposte dopo la catastrofe. Infine come già segnalato su ImprontaUnika, gli attivisti di Greenpeace, misurando il tasso di radioattività sul terreno, rilevano che per loro i rischi restano ancora alti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie