McDonald’s vieta di dare cibo ai poveri, indignazione in Francia

“Niente McDonald’s per i poveri e sezatetto”. Indignazione in Francia per la controversa circolare di una filiale McDonald’s di Hyères, in Costa Azzurra, nella quale la direzione minaccia di licenziare quei dipendenti che daranno cibo gratis a “tutti gli affamati del territorio”. Nei giorni scorsi un impiegato del ristorante si era permesso di cedere il suo pasto gratuito a un senza tetto che campeggiava fuori dal locale, scatenando l’ira del direttore.

il 25 luglio scorso, il messaggio della direzione vieta in modo esplicito di “procurare del cibo ai senzatetto”. “Il pranzo dei nostri dipendenti – ammonisce la nota – va consumato sul posto. È un beneficio di natura personale e può essere consumato solo dai dipendenti”. Poi l’affondo: “McDonald’s non ha vocazione a nutrire tutti gli affamati del territorio! Ogni mancamento alla suddetta procedura comporterà una sanzione che può spingersi fino al licenziamento”.

Dopo le migliaia di proteste sul web e alle minacce di boicottare la catena di fast food, McDonald’s France ha reagito assicurando che quel minaccioso messaggio “è stato rapidamente rimosso”. “Dopo un incidente grave che vedeva coinvolti due senza tetto nella notte del 25 luglio davanti al Mcdonald’s di Hyères – si giustifica il marchio – il ristorante ha affisso le direttive per prevenire incidenti e garantire la sicurezza dei clienti. Ma quel modo e quella formulazione erano inopportuni”. Il colosso statunitense dei fast-food, che in Francia segna un record di vendite rispetto a tutto il resto dell’Europa, presenta quindi le sue “scuse a tutti coloro che si sono sentiti offesi, dichiarando che l’azienda si impegna a servire tutti i suoi clienti, senza discriminazione”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie