Un futuro possibile con l’aiuto di nuove tecnologie

“In Un futuro possibile ho messo in evidenza come potrebbe diventare, in futuro, il pianeta Terra, come armonizzare le nuove tecnologie con l’esistenza della vita sul pianeta, e al suo esterno.

Un giorno non molto lontano, sarà interesse dell’uomo bonificare tutti i luoghi del pianeta soprattutto i laghi, i fiumi, i mari, gli oceani, ma anche le foreste, i boschi, le savane, l’atmosfera, che in quest’ultimi decenni hanno subito la peggiore delle sorti, l’inquinamento”. Lo afferma Antonino Maria Ferro nel presentare la seconda edizione del volume pubblicato dalla casa editrice Aracne.

Secondo lo studioso di nuove fonti energetiche “il progresso scientifico ha portato l’uomo a capire molte cose. Tanti uomini di scienza e tecnologia sono stati fondamentali, non solo per conoscere le meraviglie della natura, ma anche per aver contribuito alla soluzione di migliaia di problemi, grandi e piccoli. L’organizzazione politica ed economica attuale, permette diverse soluzioni. Tuttavia, ancora si possono trovare sistemi che aiutino lo sviluppo armonioso dei popoli”.

Il testo propone un’analisi delle principali fonti energetiche usufruibili da parte dell’umanità, in relazione ai fattori di sviluppo socio-economici, considerando lo stato attuale di utilizzo e trasformazione delle energie ed un possibile futuro scenario energetico per le generazioni a seguire. D’altro canto, l’efficienza energetica, nell’attuale società e nelle future evoluzioni, non può essere sottovalutata; il protocollo di Kyoto ha incentivato i governi di tutto il mondo ad approvare una legislazione che garantisca un utilizzo più intelligente e consapevole dell’energia, impegnandosi a raggiungere una riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.

Un tema importante affrontato nel volume, e “che aiuterà l’umanità” sostiene l’autore, è proprio “il volontariato scientifico, che permetterà di sperare in una collaborazione mondiale unificata, dove la cultura scientifica aiuterà l’uomo a vivere meglio. La scienza ha ancora tanti problemi da risolvere e solo un’attenta ricerca, in tutti i campi scientifici, permetterà all’uomo un’esistenza migliore, ma soprattutto di salvare ciò che la natura, obbedendo a vere e proprie leggi, è riuscita a realizzare, in milioni di anni: la vita”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie