Fare Verde: Olmi è intervenuto all’assemblea del movimento legge rifiuti zero

Il vice presidente nazionale dell’associazione ambientalista Fare Verde, Silvano Olmi, ha partecipato all’assemblea nazionale del movimento legge rifiuti zero che si é svolta sabato 19 settembre 2015 a Firenze. La proposta di legge, sottoscritta da migliaia di cittadini italiani, è attualmente all’esame della commissione ambiente della Camera dei Deputati.

Fare Verde è una delle associazioni che ha raccolto le firme in sostegno della proposta di legge, che se sarà approvata potrà veramente rivoluzionare il settore dei rifiuti, visti non come immondizia da gettare in discarica o peggio da bruciare, ma come preziosi materiali da recuperare e riutilizzare. L’intervento di Olmi è stato applaudito da tutti i partecipanti all’assemblea, oltre cento persone giunte a Firenze in rappresentanza dei comitati e delle associazioni che sostengono il progetto rifiuti zero.

“Da una parte c’è il governo Renzi che vuole realizzare in Italia ulteriori dodici inceneritori di rifiuti – ha detto Olmi – e dall’altra gli ambientalisti e i cittadini che si battono per il diritto alla salute. Il parlamento deve approvare subito la proposta di legge rifiuti zero, chiudere i vecchi inceneritori e puntare con decisione sulle energie alternative.”

Olmi nel suo discorso non ha dimenticato di citare alcune questioni locali, come l’autostrada Civitavecchia – Livorno definita “inutile e dannosa per il territorio e i cittadini”; la riconversione a carbone della centrale di Civitavecchia “che ha ricadute negative sulla salute pubblica”; l’abbattimento a Viterbo dell’edificio denominato Castel Firenze sul quale ha interessato il Ministero dei beni culturali.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie