ISWA 2015 ad Anversa: Bernocchi (Anci), l’esperienza italiana nella gestione dei RAEE

Si è concluso ieri ad Anversa il Congresso Internazionale di ISWA – International Solid Waste Association, che per tre giorni ha visto protagonisti, presso la principale sede congressuale, il teatro comunale della città fiamminga, centinaia di esperti e di addetti del settore della gestione e del recupero dei rifiuti solidi da tutti i Paesi del Mondo.

Un mix equilibrato di relatori di fama internazionale, rappresentanti delle istituzioni e delle agenzie di tutto il mondo che determinano la politica dei rifiuti e dei materiali si sono confrontati sui più recenti sviluppi scientifici e tecnologici nel settore, e soprattutto, sulle numerose opportunità di networking e scambio di esperienze.

Questi gli elementi che hanno caratterizzato ISWA 2015, a cui ha partecipato anche il Delegato ANCI Energia e Rifiuti, Filippo Bernocchi, che è intervenuto alla Round table a porte chiuse riservata ai decisori nazionali nella sessione riguardante i RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). La relazione del Delegato ANCI sulla gestione dei RAEE in Italia è stata molto apprezzata e vivo interesse hanno mostrato gli altri oltre 40 Paesi verso lo strumento dell’Accordo di Programma nazionale e, in particolare, sul ruolo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

“Sono orgoglioso di aver preso parte a un appuntamento importante con esperti di altissimo livello per quanto riguarda l’efficienza energetica, il recupero dei rifiuti solidi, e di aver portato l’esempio virtuoso delle amministrazioni locali italiane che gestiscono il ciclo urbano dei rifiuti in sinergia con l’ANCI, che rimane un fondamentale punto di riferimento. Credo che sia necessario – conclude Bernocchi – prendere sul serio il tema della gestione dei rifiuti a livello mondiale, puntando sempre più sull’informazione e sfruttare occasioni come il congresso ISWA per pianificare un’agenda con obiettivi concreti”.

Al Congresso Annuale di ISWA 2015 è stato anche presentato il rapporto sullo stato della gestione dei rifiuti a livello mondiale (in breve GWMO) redatto nell’ambito del UNEP – United Nations Environment Programme.

Il Delegato ANCI si è avvalso del supporto dello staff tecnico di Ancitel Energia e Ambiente in grado di seguire le diverse sessioni parallele e di partecipare a discussioni sulle tecnologie innovative, sulle possibilità di una migliore governance e l’evoluzione che c’è stata nel settore.

Inoltre, è stato possibile effettuare visite guidate presso impianti di trattamento dei rifiuti presenti nelle Fiandre (Umicore, Stora Enso, ecc.) e partecipare a un interessante tour sull’organizzazione dei servizi di igiene urbana della città di Anversa.

Il Congresso ha dimostrato che sono stati compiuti grandi progressi negli ultimi decenni, che ci sono esempi importanti e ha stabilito buone pratiche.

Le questioni più urgenti sono :

– La raccolta dei rifiuti nei paesi a basso e medio reddito. A livello mondiale vengono prodotti dai 7-10 miliardi di tonnellate di rifiuti solidi urbani e nelle città in via di sviluppo di Africa ed Asia si prevede un raddoppio dei quantitativi di rifiuti nei prossimi 15-20 anni;

– La prevenzione dei rifiuti;

– La chiusura di discariche aperte;

– La necessità di passare dalla mera gestione dei rifiuti alla gestione alla valorizzazione dei materiali raccolti.

Al fine di rafforzare e sostenere lo sviluppo dell’economia circolare, ISWA e l’intero settore vogliono impegnarsi attivamente con tutti gli attori lungo la catena del valore e creare un vero e proprio lavoro di squadra di attori.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie