La Nasa è pronta a rivelare una nuova scoperta su Marte – Diretta Streaming

Tracce sulle sabbie di Marte fanno pensare ai segni lasciati da rivoli d’acqua, probabilmente salmastra. La Nasa è pronta a rivelare una scoperta eccezionale, relativa alla missione esplorativa su Marte. Sul Pianeta Rosso è possibile che siano state trovate tracce di acqua allo stato liquido. La conferenza stampa prevista per le 11.30 locali (le 17.30 in Italia) sarà trasmessa in diretta streaming dal sito dell’agenzia spaziale americana.

All’incontro presso il quartier generale di Washington, partecipa anche Lujendra Ojha, che da studente scoprì segni della presenza di acqua su Marte. Conservando la suspense la Nasa ha promesso la “soluzione di un mistero di Marte”. La presenza di acqua su Marte non è una notizia, ma finora era stata rilevata solo in forma ghiacciata ai poli, in un contesto che la Nasa ha sempre definito ostile alla vita. A marzo gli scienziati dell’agenzia aveano detto che ci sono evidenze che un tempo un oceano, in alcuni punti profondo vari chilometri, copriva un quinto della superficie del pianeta.

“Se annunceranno che hanno trovato acqua facilmente accessibile, in forma liquida, sotto la superficie, che è una delle teorie che abbiamo ascoltato per anni e anni, avrebbe conseguenze enormi per la possibilità di vita sul pianeta e per la sostenibilità degli uomini”, ha detto al Boston Herald l’ex capo della missione Nasa per Marte Doug Mccuistion. L’evento sarà trasmesso in diretta su NASA Television e il sito web dell’agenzia.

Le immagini riprese dai satelliti mostrano canali tortuosi che sembrano corsi di fiumi in secca. Queste immagini suggeriscono che un tempo la superficie del pianeta fosse attraversata da grandi quantità d’acqua alimentata da ghiaccio disciolto. Probabilmente vi erano anche precipitazioni di acqua e di neve. Molti dei canali sembrano avere riempito grandi crateri o essersi svuotati nelle pianure settentrionali.

Un mistero. Il fenomeno dura pochissimo ed è per questo che nessuna sonda attorno a Marte ha mai fotografato il momento della fuoriuscita dell’acqua, ma solo gli effetti successivi. «Tuttavia va detto che le righe scure che si osservano dopo la fuoriuscita dell’acqua non sono dovute al fatto che la sabbia è bagnata (perché l’acqua evapora) ma a qualcosa che al momento ci sfugge. Probabilmente a un rimescolamento della sabbia, ma è ancora da capire. Speriamo di trovare presto una risposta con esperimenti di laboratorio», conclude McEwen.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie