“Baratto amministrativo”: a Roccastrada per le fasce deboli il Comune ne approva il regolamento

Interventi di pulizia, piuttosto che manutenzione e abbellimento di aree verdi, piazze e strade, ma anche lavori di decoro urbano, con recupero e riuso di aree e beni immobili pubblici, quali scuole o centri civici. Sono questi, nel dettaglio, gli interventi di pubblica utilità che saranno eseguiti dai cittadini residenti nel comune di Roccastrada in provincia di Grosseto, che si trovano in caso di morosità incolpevole nel pagamento dei tributi a causa anche della crisi economica.

Insomma, un “baratto amministrativo” il cui regolamento in vigore da ieri lunedì 5 ottobre è stato approvato dal consiglio comunale ottenendo il voto favorevole della maggioranza e del consigliere di minoranza Fabio Pierj (gruppo consiliare Oltre questa politica) e l’astensione degli altri consiglieri di minoranza. Roccastrada è il primo comune in Toscana e uno dei pochi in Italia ad adottare questo strumento amministrativo contenuto nel decreto “Sblocca Italia”. “Per offrire un sostegno reale – spiega il sindaco, Francesco Limatola – alle fasce deboli in una fase di crisi economica.”

E non è tutto. “Questo strumento – continua Limatola – permette al Comune di contare su una forza lavoro aggiuntiva e dedicata esclusivamente a interventi di pubblica utilità, in un momento di forte difficoltà anche per gli enti locali sia in termini economici che di risorse umane, a seguito dei tagli dei trasferimenti statali e del blocco delle assunzioni.” Si tratta di un passaggio da un welfare locale di tipo assistenziale, come quello attuato fino a oggi, a uno generativo, poiché le risorse destinate al sociale non sono più una spesa per il comune, ma generano altre risorse.

In questo caso si concretizzano in interventi di pubblica utilità. Destinatari del “Baratto amministrativo” sono i residenti maggiorenni, con un indicatore Isee inferiore a 8.500 euro e che risultino debitori verso il Comune per tributi non pagati fino al 31 dicembre dell’anno precedente alla presentazione della richiesta. Per ulteriori informazioni, www.comune.roccastrada.gr.it, nella sezione “Regolamenti comunali” .

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie