Giornata Mondiale dell’alimentazione: il ritorno dell’acqua del rubinetto

Il tema dell’Acqua nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2015 è più che mai attuale. Proprio durante Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”; quale argomento è più interessante dell’acqua? AQUA ITALIA ricorda quindi l’importanza del fenomeno del “ritorno all’acqua del rubinetto” e del successo che dal 2006 ad oggi ha riscosso nel nostro Paese.

Dalla recente ricerca commissionata da AQUA ITALIA all’istituto indipendente CRA, è emerso che la propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, si attesta oggi al 67% con un 46% che dichiara di berla “sempre o quasi sempre”. Questi numeri delineano una nuova tendenza: l’acqua a km 0 non è più vista solo come un servizio al cittadino ma come una valida alternativa all’acqua in bottiglia, che, grazie alla maggiore sensibilità dei consumatori alle tematiche green, non appare più così tanto conveniente per l’ambiente. Il consumo di acqua in bottiglia comporta, infatti, l’utilizzo di oltre 450mila tonnellate di petrolio e l’emissione di oltre 1,2 milioni di tonnellate di CO2[ Fonte: indagine di Altraeconomia e dell’ufficio scientifico di Legambiente “regioni Imbottigliate”].

In linea con questa nuova “cultura dell’acqua” va sottolineato il successo del ritorno alle fontanelle comunali, oggi denominate Chioschi dell’Acqua; dall’analisi è emerso che il 57,5% degli intervistati conosce l’esistenza del servizio e, nel dettaglio, il 28,6% di questi vive in un comune che possiede un Chiosco dell’Acqua e il 19,1% vive in una località che non lo possiede ma se fosse proposta l’iniziativa, aderirebbe di certo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie