Rete Natura 2000: “La protezione delle ricchezze naturali è un investimento sul futuro”

Fu un decreto fondamentale per la salvaguardia delle aree naturali protette comunitarie, con rigorose misure di tutela delle Zone di protezione speciale (Zps), aree di grande importanza per gli uccelli selvatici tutelati dalle direttive europee Habitat e Uccelli. E a otto anni di distanza dalla sua emanazione da parte dell’allora ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, Lipu-BirdLife Italia e Fondazione Univerde festeggiano l’anniversario domenica 18 ottobre, dalle ore 10, all’Oasi Lipu Castel di Guido, splendida area agricola di 250 ettari a pochi chilometri da Roma.

Grazie a questo storico decreto del 2007 e alle azioni delle associazioni ambientaliste, in primis Lipu e Wwf che nel 2013 presentarono un corposo dossier per denunciare le violazioni in Italia delle direttive in tema di valutazione d’incidenza, la battaglia per la difesa della biodiversità ha fatto notevoli passi in avanti.

Al dossier delle due associazioni sul degrado dei siti di rete Natura 2000 (deforestazioni, prosciugamento di zone umide, cementificazione di aree ricche di biodiversità) ha fatto seguito, nel 2014, l’apertura un’inchiesta Eu Pilot da parte della Commissione Europea, che potrebbe anche preludere all’apertura di una vera e propria procedura d’infrazione contro l’Italia. “La natura – spiega Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Univerde e già ministro dell’Ambiente – é un elemento fondamentale per il benessere psicofisico di ciascuno di noi. Molti malesseri sono dovuti proprio alle perdita di un rapporto diretto con l’ambiente, i boschi e gli animali. La protezione delle nostre ricchezze naturali è un investimento sul futuro e rete Natura 2000 serve non solo a potenziare il turismo sostenibile, ma anche la nostra salute ed è questo il senso dell’invito di quest’anno”.

“La Rete Natura 2000 va difesa come uno dei tesori più preziosi del patrimonio comunitario – dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu-BirdLife Italia – Oggi c’è il rischio che la Commissione europea intervenga  sulle direttive e le modifichi in senso peggiorativo, ed è per questo che la scorsa primavera abbiamo formato una grande coalizione ambientalista, con 200 associazioni europee tra cui la Lipu e tutte le associazioni di BirdLife Europa. Con le oltre 500mila firme raccolte chiediamo alla Commissione di non toccare le direttive e anzi di rafforzare, anche attraverso rete Natura 2000, la difesa di animali, piante e habitat del nostro continente”.

L’evento di domenica 18 a Castel di Guido sarà ad ingresso gratuito e prevede, dalle ore 10, visite guidate, laboratori per bambini e per adulti, ma anche intrattenimento con spettacoli e concerti di musica popolare. L’Oasi festeggia il proprio sedicesimo anno di vita: fu infatti istituita nel 1999 grazie a una convenzione tra Comune di Roma, Azienda agricola Castel di Guido e Lipu.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie