Un numero verde su vaccini e vaccinazioni

Parte il numero verde vaccini e vaccinazioni. Promosso dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della Salute e dall’Università degli Studi di Foggia a cui fa capo il Progetto, il call center nazionale 800 56 18 56 nasce con l’intento di informare i cittadini sull’importanza delle vaccinazioni e sui rischi connessi alle malattie infettive prevenibili con vaccino. Oltre che dalle istituzioni, l’iniziativa ha ricevuto il patrocinio dalla Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI), dalla Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) e dalla Federazione italiana medici di medicina generale (FIMMG), che insieme hanno stilato il Calendario Vaccinale per la Vita.

“Vogliamo offrire al pubblico un servizio concreto con esperti da contattare – afferma Maria Grazia Pompa, Direttore Ufficio V Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria e referente del Progetto presso il Ministero della Salute – per risolvere dubbi e perplessità sulle vaccinazioni, patrocinato dalle istituzioni e dalla comunità scientifica”. Professionisti di tutta Italia hanno deciso di mettere a disposizione le loro conoscenze e il loro tempo per un servizio utile alla collettività.

Attraverso il numero verde 800 56 18 56 – spiega Rosa Prato, Professore di Igiene dell’Università degli Studi di Foggia e Responsabile del servizio -, un gruppo di esperti igienisti, pediatri e medici di famiglia provenienti da tutto il territorio nazionale ogni lunedì, dalle 10.00 alle 18.00 e per la durata di un anno, fornirà una consulenza chiara, completa e corretta alle persone che desiderano maggiori informazioni per aderire alle vaccinazioni o esitano a farlo per timori di effetti collaterali. Gli specialisti che risponderanno alle chiamate del pubblico sono professionisti impegnati nel contrasto alla disinformazione sui vaccini, in grado di orientare con competenza verso le scelte più opportune”.

Un’informazione scientificamente corretta, infatti, è alla base di scelte consapevoli ed evita il rischio di cadere vittima di miti e false realtà circa l’efficacia, la sicurezza e l’importanza dei vaccini, che costituiscono un fondamentale strumento di prevenzione e di tutela della salute pubblica. In tal senso, il nuovo numero verde 800 56 18 56 può rappresentare un tassello importante per una presa di coscienza più diffusa del valore delle vaccinazioni. “Questo numero verde è una delle iniziative opportune per contrastare il fenomeno preoccupante delle coperture vaccinali in calo – sottolinea Carlo Signorelli, Presidente nazionale della SItI. L’altra iniziativa urgente è l’approvazione del nuovo Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale (PNPV) che diventa ormai improcrastinabile”. Le scelte delle Istituzioni devono essere il più possibile aderenti ai bisogni di salute dei cittadini, a iniziare dai bambini, che saranno gli adulti di domani, ma con l’attenzione puntata anche alle altre fasce di popolazione più fragili quali pazienti e anziani.

“E’ quanto mai essenziale in questo momento tenere alta l’attenzione sui vaccini e attivare strumenti, come questo numero verde, in grado di favorire la corretta informazione – dichiara Giovanni Corsello, Presidente nazionale della SIP -. Quando si parla dei presunti rischi delle vaccinazioni, oggi smentiti da tutti gli studi e le ricerche scientifiche svolte in varie aree del mondo, si dimentica che le vaccinazioni sono l’unico strumento per impedire la diffusione di malattie infettive gravi e a volte mortali che spesso non possiamo combattere con altri strumenti efficaci”.

A questo Progetto ha aderito anche la Pediatria di Famiglia. “I dubbi che ancora persistono sui benefici dei vaccini, riscontrati anche nel rapporto quotidiano con i genitori dei bambini assistiti, confermano l’importanza di azioni come questa – sottolinea Giampietro Chiamenti, Presidente nazionale della Fimp -. Faremo anche noi la nostra parte per informare correttamente l’utenza del nuovo numero verde. I pediatri che tutti i giorni operano sul territorio oltre alla cura hanno a cuore il ‘prendersi cura’ e grazie al loro ruolo di primo punto di riferimento della famiglia per la salute del bambino potranno dare sostegno a questa meritoria e concreta iniziativa”. Così come intende fare anche la Medicina Generale.

“Oggi dobbiamo passare da una pratica vaccinale sostenuta dalla paura di patologie conosciute direttamente ad una pratica vaccinale sostenuta da informazione e comunicazione efficace e efficiente sulla utilità dei vaccini – aggiunge Silvestro Scotti, Vice Segretario nazionale vicario della Fimmg -. Il numero verde che mette insieme igienisti, pediatri e medici di famiglia si aggiunge ad altri strumenti che il cittadino può usare per informarsi e per capire che vaccinazione non fa rima con emozione ma con ragione”. Il nuovo numero verde vaccini e vaccinazioni è parte di un più ampio Progetto finanziato dal CCM denominato ESCULAPIO.

“Il servizio di call center – conclude Paolo Bonanni, Professore di Igiene dell’Università degli Studi di Firenze e referente scientifico di ESCULAPIO – è una delle attività messe in campo su scala nazionale, tese a migliorare la cultura della prevenzione e la fiducia nelle vaccinazioni da parte dei cittadini. Tale Progetto ha l’obiettivo di aumentare la conoscenza delle malattie infettive prevenibili mediante vaccinazione (MIPV) e delle vaccinazioni nei diversi target di popolazione”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie