Tisane fai da te, donna finisce in terapia intensiva dopo averne assunte troppe

Troppe tisane fai da te a volte possono costare caro alla salute. Specialmente se, per smaltire gli eccessi delle feste di fine anno, si opta per un regime ‘detox’ radicale e fai da te. Una donna di 47 anni è finita in terapia intensiva al Milton Keynes Hospital, nel North Buckinghamshire, dopo un drastico regime detox a base di erbe e un eccessivo consumo di acqua e tisane.

La paziente ha riposto bene alle cure, ma la sua storia è un monito sui pericoli di approcci di questo tipo, dicono i medici. Metodi diffusi proprio in questo mese dell’anno. La paziente in questione aveva assunto un cocktail di erbe e integratori, tra cui: cardo mariano, molkosan, I-teanina, un composto di vitamina B, verbena e radice di valeriana. Secondo i familiari, inoltre, aveva anche bevuto molta acqua, tè verde, e tè alla salvia prima di subire un collasso. Gli esami hanno rivelato livelli pericolosamente bassi di sodio nel corpo. “Il mercato della medicina alternativa è molto popolare nel Regno Unito e il concetto di ‘disintossicazione’ per il nuovo anno con prodotti del tutto naturali è attraente per chi è meno interessato alla medicina basata sull’evidenza rispetto alla medicina complementare”, scrivono i medici.

“L’eccessiva assunzione di acqua come metodo di ‘purificazione e pulizia’ del corpo” fa rima con la convinzione “che i prodotti di scarto dannosi possono essere lavati via dall’organismo in questo modo”, continuano i medici. Ma “nonostante il marketing suggerisca altrimenti, i prodotti totalmente naturali non sono privi di effetti collaterali”.

E la British Dietetic Association, ricorda la ‘Bbc online’, sottolinea come la stessa idea di detox sia una sciocchezza. “Non ci sono pillole o bevande specifiche, patch o lozioni che possono fare un lavoro magico”, spiega un portavoce. “Il nostro corpo ha numerosi organi, come pelle, intestino, fegato e reni, che continuamente lo ‘disintossicano’ dalla testa ai piedi”. Ecco dunque che “essere ben idratati è una strategia sensata, ma bere troppa acqua può essere pericoloso come non berne abbastanza. Suona prevedibile – conclude l’esperto – ma per la stragrande maggioranza delle persone, una dieta equilibrata e una regolare attività fisica sono gli unici modi per salvaguardare e massimizzare la salute”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie