Johnson & Johnson condannata a risarcire 417 milioni di dollari a una donna malata di tumore

Talco sotto accusa. Una giuria di Los Angeles ha condannato il gigante farmaceutico Johnson & Johnson a pagare un risarcimento di 417 milioni di dollari a una donna malata di cancro alle ovaie. Eva Echevarria – si legge sul sito del ‘Guardian’ – aveva intentato una causa contro la multinazionale con l’accusa di essersi ammalata a causa dell’uso della polvere di talco prodotta dalla stessa J&J.

La Johnson & Johnson – riferisce ancora il giornale britannico – ha annunciato che presenterà ricorso, sostenendo che non esiste alcun legame tra il borotalco e l’insorgere della malattia. Tuttavia negli Stati Uniti sono migliaia le cause contro l’azienda farmaceutica intentate da clienti che affermano di non essere stati avvertiti dei possibili rischi della polvere di talco. Inoltre la recente sanzione, la più salata, è solo l’ultima di una lunga serie.

Nel 2016 Johnson & Johnson è stata condannata da una giuria di St. Louis a un risarcimento da 70 milioni di dollari a una donna che ha sviluppato il cancro alle ovaie dopo aver usato per anni il talco dell’azienda. Nel maggio 2017 una giuria del Missouri ha condannato l’azienda a pagare 110 milioni di dollari per lo stesso motivo. Secondo i media Usa, la nuova sentenza è la più pesante emessa contro l’azienda, che è oggetto di ben 2.400 cause pendenti che l’accusano di non aver messo in guardia contro i rischi di cancro legati all’uso dei suoi prodotti, in particolare la sua ‘baby powder’.

Precedentemente, sempre di fronte al tribunale di St. Louis in Missouri, l’azienda fu condannata in tre diverse cause a pagare un totale 197 milioni di dollari, pur affermando di avere simpatia per la donna, ha annunciato che presenterà un appello: “Continueremo a difendere la sicurezza della nostra Baby Powder”, dice una nota. Rimane però sul banco degli imputati l’uso costante del talco, minerale naturale composto di magnesio, silicio, ossigeno e idrogeno.

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie