WORLD SMILE DAY: Oggi 6 ottobre si celebra il sorriso per vivere meglio

Può scaturire da tante situazioni, visioni serene, allegre, incontri amichevoli, pensieri legati ad affetti e non solo. Stiamo parlando del sorriso, quell’espressione che illumina positivamente il volto di chi lo esprime. E’ un benessere a 360° quello determinato dal sorriso che abbraccia tutti gli aspetti della vita delle persone, un vero e proprio toccasana per mente, spirito, corpo e porta benefici nella vita privata come nel lavoro.

Al sorriso è dedicata in tutto il pianeta una giornata, dal 1999 per volere di Harvey Ball, inventore del celebre “Smile” giallo nel 1963, convinto che ognuno dovrebbe dedicare un giorno all’anno a sorridere, lanciando quindi lo slogan “Do an act of kindness. Help one person smile. Il World Smile Day nasce con l’intenzione d’incoraggiare atti di gentilezza e sorrisi gratuiti. E sono davvero tanti le citazioni e gli aforismi che riguardano il sorriso a cominciare dal celebre “La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo” fino a “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”, come affermava Charlie Chaplin, solo per citarne alcuni.

I vantaggi di chi sorride, come riportano le ricerche di Pryce-Jones, autrice di Happiness at Work e CEO di iOpener, vanno dall’incremento del 180% di energia rispetto ai colleghi scontenti, dal maggiore grado d’impegno nelle attività quotidiane (108%) all’aumento di motivazione (50%) e produttività (50%). È quanto risulta da uno studio condotto da Espresso Communication su oltre 70 testate internazionali in occasione della Giornata Mondiale del Sorriso, che si celebra il primo venerdì di ottobre, per capire perché l’atto di sorridere sia considerato da esperti e scienziati il gesto perfetto per stare bene e lavorare meglio.

Il sorriso è simbolo di accoglienza, dimostrazione di benvenuto, segno di benevolenza – spiega Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia – Le persone sorridono non solo per ragioni interne, ma anche perché percepiscono l’altra persona come benvenuta e ne hanno fiducia. Inoltre, più è sincero un sorriso, tanto più verranno contrastati i sentimenti di stress e disagio, grazie alla produzione di sostanze benefiche e piacevoli, fonti di benessere e gioia. Dato che per gli esseri umani è molto importante sentirsi accolti e amati per quello che sono, il sorriso è promotore di un clima relazionale positivo che incide favorevolmente sulla propria area emotiva, sulle prestazioni lavorative e sulla vita in generale.

Da qui deriva la fama che lo Smile ha acquisito nel mondo: soltanto a guardarlo fa sentire accolti e procura gioia”. Ma cosa determina in concreto sorridere? Come scrive Eric Savitz in un articolo di Forbes, riduce i livelli di colesterolo, adrenalina e dopamina che regolano lo stress, incrementa l’endorfina, l’omone della felicità fino alla riduzione dei livelli di pressione sanguigna. Infine, anche la qualità del lavoro e la produttività ne risentono in maniera positiva come affermano le numerose ricerche ed edizioni eseguite dall’Harvard Business Review, relative all’importanza del sorriso e su questo concordano economisti, neuroscienziati e psicologi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie