Le uova fanno bene o male alla salute?

Le uova fanno bene o male alla salute? Sui pro non ci sono dubbi. Non è facile trovare un altro alimento che concentri in circa 70 kcal tante sostanze nutritive: proteine di ottima qualità, minerali come ferro e zinco, vitamine, in particolare del gruppo B e la D (di cui le uova rappresentano una delle poche fonti alimentari significative).

E il colesterolo? Sebbene il contenuto di colesterolo dell’uovo sia stato ricalcolato, calando di un quarto rispetto alle valutazioni passate, questo alimento resta tra quelli che ne contengono di più, circa 185 mg per un uovo medio. Due vasti studi epidemiologici, infatti, non hanno evidenziato effetti negativi derivanti dal consumo di uova (fino a uno al giorno) in persone sane, tuttavia hanno mostrato che, fra i partecipanti diventati diabetici nel periodo di osservazione, il consumo di un uovo al giorno aumentava marcatamente il rischio cardiovascolare.

Allora, come comportarsi? «Ogni individuo risponde in modo diverso all’assunzione del colesterolo alimentare, in base alla capacità individuale di tenere il colesterolo ematico sotto controllo — risponde Mariangela Rondanelli, professore di Scienze e tecniche dietetiche applicate all’Università di Pavia —. In generale, l’American Heart Association consiglia per le persone sane di mantenere il consumo di colesterolo al di sotto dei 300 mg al giorno, che scendono a 200 mg per chi ha alti livelli di colesterolo LDL («cattivo»), è affetto da diabete o da patologie cardiovascolari».

Le classiche due uova al tegamino, quindi, sono troppe? «Due uova al burro forniscono ben più di 300 mg di colesterolo e anche quantità significative di acidi grassi saturi, dovute al burro, che influiscono sul colesterolo ematico assai più del colesterolo stesso — risponde Rondanelli —. A chi consuma due uova insieme, consiglio di prepararle con olio extravergine d’oliva, ma meglio sarebbe limitarsi ad uno solo al giorno, per non più di quattro volte alla settimana. Per aumentare il volume si può, semmai, aggiungere l’albume, che apporta proteine ma non colesterolo, contenuto tutto nel tuorlo».

 
Condividi questo articolo: 




Altre Notizie