Mobilità Sostenibile, in arrivo tante novità per la seconda edizione del Forum Innovazione

Sono tante le domande che cercheranno risposte alla seconda edizione del Forum Innovazione Mobilità Sostenibile che si terrà il prossimo 5 dicembre a Rovereto (TN) presso il Polo Meccatronica, a cominciare da cosa significa mobilità intermodale? Come l’economia circolare sta interessando il settore automotive? Quali sono le startup più innovative della mobilità made in Italy? Il settore della mobilità è in fase di trasformazione epocale, punto di partenza, la conferenza di Parigi dal quale è emerso un nuovo modello di sviluppo industriale a basse emissioni, oltre la forte innovazione nell’Internet of Things e machine learning .

E le novità del mercato sono tantissime dalle auto del car sharing elettriche a guida automatica alle biciclette free-floating, dal trasporto integrato treno-autobus-bici all’elettrificazione della logistica, dagli aerei elettrici ai servizi di condivisione di trasporto merci. Il focus sull’economia circolare nel settore auto, vede il riciclo e il riuso di componenti e materiali utilizzati sulle auto come elemento fondamentale, si tenga conto che il settore automobilistico assorbe il 60% dei materiali della global supply chain e se aumenta la domanda di automobili, cresce anche la domanda di materie prime, metalli comuni e rari, plastiche, vetri di qualità, vernici. E ancora, mentre l’auto privata rimane ferma e inutilizzata per il 95% del suo tempo, quella del car sharing lo è per meno del 60% del suo tempo, pertanto, l’auto del futuro oltre che circolare sarà anche condivisa.

Crescerà anche l’integrazione di trasporti, pubblico-privato–condiviso, con infrastrutture per l’elettrificazione e per una movimentazione delle merci sempre meno impattante, soprattutto nelle città, dove le emissioni dei mezzi di trasporto hanno impatti diretti sulla salute. E così arrivano le compagnie di delivery con i cargo-bici elettrici o le motrici ibride, in grado di entrare, anche dentro i centri abitati, grazie al motore elettrico. Di questo e non solo si potrà discutere, ma anche, fare rete, creare visioni di un futuro possibile è il Forum Innovazione Mobilità Sostenibile (FIMS) 2017. Con la partnership di Trentino Sviluppo, l’evento avrà luogo in Polo Meccatronica che, insieme a Progetto Manifattura, rappresenta uno dei più importanti e strategici hub industriali del Trentino e dell’Italia.

“Il settore automobilistico è rimasto molto silenzioso in questi anni sulle trasformazioni che lo stanno attraversando in tutto il mondo – spiega Gianni Silvestrini di Kyoto Club, uno degli ideatori del forum –  sia sul prodotto (che auto guideremo domani), sia sul processo (come è possibile realizzare auto in maniera realmente sostenibile e efficiente) sia sul modello di business (dal possesso all’uso del mezzo di trasporto). Oggi questa rivoluzione va abbracciata e governata”. Infine, secondo Paolo Pretti, direttore operativo di Trentino Sviluppo il Forum non deve essere la classica conferenza, ma: “Vogliamo che crei una reazione nel settore automobilistico e faccia prendere consapevolezza di come ci stiamo muovendo in Trentino per stimolare e sostenere l’innovazione.”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie