Diabete tipo 2, ecco come guarire con dieta liquida

Una dieta liquida ipocalorica per 5 mesi, a base di zuppe e frullati per innescare una massiccia perdita di peso, è riuscita a dare scacco al diabete di tipo 2. Il trial condotto in Gran Bretagna e pubblicato su ‘The Lancet’, è stato salutato come un lavoro straordinario dall’associazione Diabetes Uk, convinta che potrà aiutare milioni di pazienti.

Ogni giorno i partecipanti alla sperimentazione dovevano consumare quattro pasti liquidi: si trattava di bustine di polvere da sciogliere in acqua, per fare una minestra o un frullato, con un contenuto di 200 calorie e la giusta composizione di nutrienti. Una volta perso peso, i dietisti hanno poi aiutato i pazienti a reintrodurre cibi solidi e salutari.

In base ai dati pubblicati il 46% dei pazienti che ha iniziato la sperimentazione è guarito un anno dopo, l’86% che aveva perso 15 chili o di più ha visto scomparire il diabete di tipo 2 e solo il 4% è guarito con le terapie ora in uso. Non si tratta però di una cura definitiva, avvertono i medici. Se si riprende peso infatti, il diabete ritorna.

Il grasso del corpo che si accumula intorno al pancreas provoca stress alle sue cellule, che controllano i livelli di zucchero nel sangue e smettono di produrre insulina, facendo schizzare lo zucchero a livelli fuori controllo. Perdendo grasso, il pancreas riprende invece a funzionare correttamente. Prima di iniziare questo lavoro medici e specialisti guardavano al diabete tipo 2 come irreversibile, ma si è visto che le persone” possono ottenere “una remissione”. In ogni caso i medici non pretendono di aver curato per sempre la malattia. Se i chili ritorneranno, avvertono, lo farà anche il diabete.

Il grasso, spiegano i ricercatori, altera il funzionamento del pancreas e delle beta cellule che controllano i livelli di zucchero nel sangue. La dieta elimina il grasso e il pancreas torna a funzionare bene. Il trial ha incluso solo pazienti con una diagnosi negli ultimi sei anni. Si ritiene infatti che avere il diabete di tipo 2 per periodi molto lunghi possa causare danni irreversibili.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie