Dieta delle patate: perdere peso in poco tempo

La dieta delle patate consente di perdere 2 chili a settimana ed è un regime alimentare monotematico che si basa sull’alto potere saziante di questo celebre tubero. Quando si vuol perdere peso solitamente si tende quasi ad abbandonare le patate, invece consente di dare una scossa al metabolismo a patto che siano cucinate nel modo giusto (bollite). La dieta della patata non ha controindicazioni e ovviamente richiede l’eliminazione di cibi grassi, fritti e zuccherati.

Il principio di funzionamento di questa dieta è piuttosto semplice: le patate hanno un grande potere saziante, pur contenendo, a conti fatti, solo 80 calorie per 100 grammi di prodotto. A fare la differenza sul loro potenziale calorico è infatti il condimento, ed è proprio su questo che si basa questa dieta.

Mangiando sia a pranzo che a cena 150 grammi di patate bollite, oppure passate con l’aggiunta di un solo cucchiaino d’olio, potremo sentirci più sazi, evitare di mangiare pane e pasta e ridurre drasticamente le calorie che abbiamo ingerito. La dieta delle patate promette molto. Si tratta di un regime squilibrato, che quindi anche a detta di chi se ne fa promotore non è sostenibile per più di una settimana. In questo spazio di tempo potremo perdere, sempre secondo chi promuove questa dieta, fino a 2kg di peso effettivo.

La prima colazione prevede caffè o tè, yogurt bianco magro e anche il consumo di due patate piccole lessate e schiacciate, da condire con un filo d’olio extravergine. Per agevolare l’azione depurativa della dieta, si consiglia di bere un bicchiere di acqua tiepida e limone appena sveglie, prima di colazione.

A pranzo le patate vanno bollite, passate al microonde o cotte al vapore senza sale e condite con prezzemolo, maggiorana ed erba cipollina, che contribuiscono a riminalizzare l’organismo e a far sparire i gonfiori da ritenzione idrica. Da accompagnare con un’insalata mista condita con olio e senape, le patate, soprattutto quelle rosse o viola antiossidanti, aiuteranno a dimagrire!.

Anche a merenda, le patate non mancano. Un centrifugato di patata, carota e prezzemolo, aiuta a bere e sentirsi sazie, contrastando i bruciori di stomaco. Durante la giornata è bene assumere anche tre tazze di tè verde ( rimedio anti-cellulite) e infusi di zenzero (ottimo bruciagrassi), naturalmente  non zuccherati.

La cena prevede invece una zuppa light, preparata con patate bollite, cipolle ad alta azione diuretica, aglio, carote, finocchi ed erbe aromatiche che agevoleranno la digestione e il drenaggio dei liquidi in eccesso. L’alternativa è data dalla purea di patate, senza burro né latte. La dieta delle patate, è un regime detox monoalimento che agevola la perdita di peso in poco tempo, ma regolarizza al contempo la pressione arteriosa e contrasta gastriti e bruciori di stomaco.

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie