Scoperto l’ingrediente “segreto” degli odori del boscho

Individuata la formula di uno degli ingredienti del profumo del bosco: si chiama alfa-pinene ed è un molecola prodotta dai pini. Descritta sulla rivista dell’Istituto americano di fisica, il Journal of Chemical Physics, la sua analisi permette di capire come interagisce con l’atmosfera, portando in alcuni casi alla formazione di inquinanti con effetti dannosi sulla salute e sul clima.

I ricercatori dell’Università francese di Lille hanno individuato la formula dell’alfa-pinene analizzando le caratteristiche fisiche e chimiche della miscela di sostanze gassose liberate nell’aria dagli alberi. In base alle loro stime, i pini in un anno possono sprigionare nello strato più basso dell’atmosfera, la troposfera, una quantità pari a circa 50 miliardi di chilogrammi del loro aroma.

La molecola prodotta dai pini appartiene a una classe di composti chiamati monoterpeni. Queste sostanze, secondo gli autori, possono interagire con alcuni gas dell’atmosfera, come l’ozono, formando particelle di aerosol e inquinanti. I ricercatori francesi sono già a lavoro per dare la caccia agli altri ingredienti del profumo della pineta, ora che sanno quali fragranze ‘annusare’.

I terpeni sono anche presenti in frutta, verdura, erbe, spezie e altri elementi relazionati con la botanica. Si tratta di complesse molecole dall’elevata volatilità. Alcuni terpeni attraggono le api o determinati insetti che trasportano il polline da un fiore all’altro; altri servono alla pianta per difendersi dai predatori che sarebbero ben felici di mangiarsela. Questo spiega, inoltre, perché noi esseri umani ci sentiamo attratti da alcune piante e non da altre.

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie