Cibo per cani: l’importanza di scegliere mangimi biologici

I cani e l’alimentazione: un duetto che può diventare in certi casi una sinfonia, e che in altri casi può invece stonare parecchio. In entrambe le ipotesi, i responsabili siamo noi: un cane non può decidere da solo cosa mangiare, dunque si affida alle nostre mani e ai nostri pensieri. Quando ciò che gli mettiamo nella ciotola è sano e biologico, possiamo farlo vivere in modo qualitativo e anche per più anni: quando invece non badiamo alla sua dieta più di tanto, mettiamo a rischio la sua salute. Non sono infatti poche le malattie che possono colpire un cane per via di un’alimentazione scorretta, di scarsa qualità, troppo grassa, salata o troppo zuccherata. A dispetto di quanto possiate pensare, lo stomaco di un cane è delicatissimo, così come tutto il suo organismo.

Cibo scadente? Ecco rischi ed effetti collaterali

Mai dare per scontato crocchette e cibo umido per cani di dubbia provenienza: si possono nascondere ingredienti di pessima qualità. Il risultato è dar da mangiare al cucciolo delle cose che mai, nella nostra vita, avremmo pensato di propinargli: con conseguenze come le allergie alimentari, vomito e diarrea, l’epilessia e le patologie del fegato, oltre ad altre malattie come diabete o disfunzioni renali. Al contrario, acquistando cibo bio si sa sempre cosa contiene e da dove provengono gli ingredienti, con la certezza di trovare degli alimenti con un apporto nutritivo bilanciato. Oggi poi, non è difficile reperire questo tipo di cibo dato che su negozi online, come ad esempio robinsonpetshop.it, è possibile trovare un vasto assortimento di mangimi biologici per cani. Gli alimenti bio sono molti sicuri in quanto per ottenere la certificazione, vengono sottoposti a rigidi controlli di filiera produttiva.

Come scegliere il cibo per un cane?

Non sono pochi gli elementi che possono complicare la risposta alla domanda: come scegliere il cibo per cani? Questo perché ogni caso fa storia a sé: un cane potrebbe infatti avere degli scompensi nutrizionali, dunque per prima cosa è sempre meglio farlo visitare da un veterinario e rivolgersi poi ad un esperto. Oltre al singolo cane, anche le singole razze richiedono diete e regimi alimentari differenti: in base alla taglia possono essere necessarie più calorie giornaliere, giusto per fare un esempio. Anche l’età ha un peso notevole nella scelta del cibo: gli esemplari giovani richiedono un’alimentazione totalmente diversa da quelli anziani. Ad ogni modo, le proteine di pesce e carne sono fondamentali per l’alimentazione del cane: ciò non vuol dire che il cibo secco come le crocchette non sia consigliabile, se bilanciato al resto. Infine, per gli esemplari adulti mai superare i 2 pasti giornalieri e in caso di gravidanza, è importante seguire una dieta ad hoc.

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie