In forma dopo gli stravizi delle Feste? basta non esagerare

Tornare in forma dopo gli stravizi delle Feste?  Gettarsi a capofitto in un regime di esercizi rigidi è solo un buon modo per farsi del male se non si è stati in attività per un po’. Parola di Gerardo Miranda-Comas, della Icahn School of Medicine della Mount Sinai a New York, che spiega al sito Healthday che “ci si può mettere nei guai quando si vuole fare troppo presto: meglio aumentare gradualmente il livello di attività. Considerare questa ‘sfida’ più simile a una maratona che a uno sprint”.

L’Ace, American Council on Exercise, raccomanda di iniziare con 20 o 30 minuti di attività aerobica a bassa intensità due o tre volte alla settimana. Una volta che si è a proprio agio, aumentare gradualmente la durata, l’intensità o la frequenza degli allenamenti. Lo stesso vale per i pesi. Inoltre, è importante assicurarsi di aver fatto riscaldamento prima di allenarsi, per ridurre ulteriormente le possibilità di infortunio, come spiega Russell Camhi, medico di medicina generale e di medicina dello sport alla Northwell Health a Great Neck. “A volte si arriva in palestra, si salta sulla prima macchina che si vede e si inizia a fare tre serie di esercizi da 10 – evidenzia Camhi – mentre è più corretto fare un riscaldamento adeguato”. Alcuni affondi, squat o altri esercizi possono ad esempio preparare a un’attività più faticosa.

Nessuna sorpresa e timore o scoraggiamento, poi, se qualche muscolo fa male dopo l’allenamento: è un fenomeno normale. E in generale meglio non aspettarsi miracoli: i chili non dovrebbero diminuire troppo rapidamente o la forma fisica migliorare entro appena un paio di settimane. Se ciò accade, è un segno che si è intrapreso un regime di esercizi o una dieta che non sarà sostenibile a lungo termine. Decisamente meglio porsi obiettivi realistici.

Infine, svolgere un’attività fisica moderata dovrebbe diventare un’abitudine per tutti noi, tanti sono i benefici per l’organismo, si pensi alla riduzione del rischio di malattie cronico-degenerative. Inoltre, con la sudorazione favoriamo l’eliminazione delle tossine accumulate nelle festività». Insomma, per rimettersi in sesto dopo gli stravizi enogastronomici, tralasciare lo sport e concentrarsi unicamente sul cibo sarebbe una strategia fallimentare.

 
Condividi questo articolo: 




Altre Notizie