Influenza, 5 milioni di casi, nuovo rapporto Influnet

L’influenza allenta la morsa. L’epidemia di influenza in Italia ha appena superato il suo picco e ora inizia a diminuire il numero di casi. Nella terza settimana di quest’anno è diminuito, infatti, il numero di casi dopo aver raggiunto il picco epidemico nella settimana precedente, con un’incidenza di 14,5 casi per mille assistiti. L’incidenza si mantiene ancora ad un livello di “Alta intensità” ed è pari a 13,1 casi per mille assistiti, ma più basso di quanto registrato nella settimana precedente (14,5).

Lo rende noto l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) con il suo bollettino Influnet. Dall’inizio della sorveglianza epidemiologica, sono già circa 4.728.000 i casi di influenza nel nostro Paese. E’ quanto emerge dall’ultimo bollettino dei medici sentinella della rete Influnet dell’Istituto superiore di sanità.

La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni, con un’incidenza di circa 40,3 casi per mille assistiti, e quella tra 5 e 14 anni (21,9). Fra i bimbi e gli adolescenti si osserva ancora un brusco aumento del numero di casi rispetto alla precedente settimana, dovuto alla riapertura delle scuole dopo le festività natalizie. In diminuzione, invece, il numero di malati fra i giovani adulti, in cui l’incidenza è pari a 11,1, e negli anziani con 5,8 casi per mille assistiti. In tutte le Regioni italiane il livello di incidenza è pari o superiore a dieci casi per mille assistiti, tranne nella provincia autonoma di Bolzano.

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie