Zanzare in inverno, ecco dove si nascondono

Se non volano a sud per l’inverno, dove vanno le zanzare? Capiamo se è possibile contrastarle anche durante il periodo invernale. Le zanzare, come tutti gli insetti, sono creature a sangue freddo. Di conseguenza, non sono in grado di regolare il calore corporeo e la loro temperatura dipende dall’ambiente circostante. Le zanzare sono note per essere attive a temperature medie che superano i 23 gradi. Quando le temperature si abbassano le zanzare, a seconda delle varie spesie, possono assumere uno stato letargico.

Non tutte le zanzare muoiono dal freddo e, purtroppo, passano l’inverno in varie forme: Alcune specie di zanzare svernano come adulti femmine in uno stato di diapausa (fase di arresto spontaneo dello sviluppo in cui l’organismo è inattivo, non si alimenta e non si muove)  nascoste nelle nostre case, nei garage nelle soffitte, nelle cavità degli alberi e insomma… ovunque sia possibile ripararsi dalle condizioni climatiche avverse.

In genere, la femmina della zanzara prima dell’inizio della stagione invernale evita il pasto di sangue (necessario alla fecondazione delle uova) alimentandosi solo con gli zuccheri necessari al suo sostentamento. Per questo è facile notare, a fine stagione, zanzare che non pungono più e comunque sono molto poco aggressive. Accumulano molte sostanze necessarie a sostenerle durante l’inverno, le loro ovaie smettono di funzionare così che le uova non arrivano a maturazione. In primavera grazie all’aumento delle temperature la femmina esce dalla modalità di ibernazione, andrà in cerca un pasto di sangue e potrà deporre le uova che produrrannouna nuova generazione di adulti.

Zanzare che svernano come uova – Alcune specie di zanzara (come la tigre) svernano come uova. In questo modo sono in grado di sopravvivere a condizioni climatiche estreme come il freddo, il ghiaccio e la siccità. In autunno, quando le temperature si abbassano, la femmina depone le uova in zone dove il terreno è umido. In primavera, al rialzarsi delle temperature, le uova che si trovano di nuovo a contatto con l’acqua si schiudono, progredendo attraverso i vari stadi larvali fino a ricominciare il ciclo dal principio.

Zanzare che svernano come larve – Esistono anche specie di zanzare che possono superare l’inverno nella fase larvale. Tutte le larve di zanzara richiedono acqua, anche in inverno. Quando la temperatura dell’acqua scende le larve entrano in uno stato di diapausa rallentando il metabolismo e sospendendo lo sviluppo che riprende solo quando l’acqua si scalda di nuovo.

Il controllo invernale delle zanzare – Chi si occupa di controllo delle zanzare (amministrazioni comunale e regionali) dovrebbe attuare programmi adatti anche durante il periodo invernale. Alcuni accorgimenti utili sono la pulizia dei fossi e dei corsi d’acqua permettendo il deflusso delle acque. In questo modo si eliminano le zanzare nelle zone di riproduzione senza l’uso di pesticidi.

Nelle nostre abitazioni possiamo fare ben poco.  Se si trova un sito di svernamento vi si può fare un trattamento adulticida per eliminare le svernanti. Contro la zanzara tigre invece si può fare poco dato che sverna in uova. Attenzione a quando a fine stagione si portano in posti riparati le piante che d’estate sono all’aperto poichè in questo modo si favorisce la sopravvivenza delle uova deposte nei sottovasi. Quindi pulire bene sottovasi, bidoni di raccolta del verde e tutti quei contenitori dove potrebbero annidarsi le uova di questi malefici insetti.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie