Esplosione in un’azienda chimica del Comasco: sette operai feriti, tre sono gravi

Sono almeno sette i feriti, tre sono in gravi condizioni, dell’esplosione avvenuta nel primo pomeriggio di oggi in una azienda chimica di Bulgarograsso, che si occupa del trattamento di rifiuti speciali. L’esplosione si sarebbe verificata in un serbatoio verticale e avrebbe coinvolto anche due serbatoi adiacenti. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Como, Varese e Legnano. L’incendio è stato domato dai vigili del fuoco in un paio d’ore, mentre sulla zona si è alzata una colonna di fumo nero.

Secondo l’ultimo aggiornamento dell’Areu, si tratta della Ciresa di via Ferloni, dove al momento dello scoppio dell’incendio si trovavano 33 persone, in gran parte lievemente intossicate. Oltre a quelli più gravi, ci sono altri sei feriti in codice giallo portati negli stessi ospedali e alcuni codici verdi in fase di valutazione. Sul posto è stato necessario l’utilizzo di un elisoccorso per il trasporto di un ferito grave a Varese e di un altro a Lecco

L’esplosione è avvenuta poco prima delle 14 e diverse famiglie sono state evacuate dalle case più vicine all’azienda, anche per i timori legati all’ampia nube nera provocata dall’incendio. Secondo una comunicazione del sindaco, Giampaolo Cusini, dopo le prime analisi sulle sostanze presenti nell’aria non ci sarebbero rischi per la popolazione. I vigili del fuoco del comando provinciale di Como sono ancora impegnati nello spegnimento dell’incendio: a loro supporto anche tre mezzi dei vigili del fuoco di Milano.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie