Facebook conquista anche l’Africa

Facebook è il social network più diffuso al mondo, conquista anche l’Africa con i suoi progetti per colmare il digital divide. A sancire la supremazia della piattaforma di Mark Zuckerberg, è l’analisi aggiornata e annuale di Vincenzo Cosenza, esperto italiano di social media.

“Se un anno fa alcune nazioni avevano fatto registrare l’interesse per Linkedin e Instagram – spiega Cosenza sul suo blog Vincos.it – oggi l’armata di Zuckerberg ha riaffermato il suo dominio, contagiando quasi tutto il continente africano, probabilmente merito anche delle iniziative per colmare il digital divide e che prevedono l’accesso gratuito al social network”.

Facebook, che ha superato la soglia dei due miliardi di utenti mensili, è il social network preferito in ben 152 dei 167 paesi analizzati, il 91% dei territori del pianeta. Secondo l’analisi di Cosenza, gli unici baluardi contro lo strapotere di Facebook sono Odnoklassniki (OK.ru ha 71 milioni di utenti attivi al mese) e VK (in precedenza noto come VKontakte ha 97 milioni di attivi al mese) entrambi leader in 7 paesi dell’ex blocco sovietico, e QZone in Cina. Particolare la situazione in Iran dove, a causa della censura di stato, riesce ad emergere Instagram.

Ma cosa succede dietro le posizioni di leadership? Per scoprirlo – spiega Cosenza -, ho confrontato vari servizi di analisi del traffico, come SimilarWeb e Alexa, che danno una stima della popolarità per nazione, in assenza di dati ufficiali granulari. Nelle 57 nazioni che sono riuscito ad analizzare, si nota una competizione serrata tra Instagram, al secondo posto in 23 paesi, e Twitter, presente in 22 paesi.

Il primo, in questo anno, è cresciuto fino a conquistare 800 milioni di utenti mensili, mentre il secondo pur crescendo di poco (ora ha 330 milioni di utenti) ha strappato 12 nazioni al network delle immagini. In questi 12 mesi è cresciuto anche Reddit, il forum 2.0, che ha conquistato la seconda posizione in 7 nazioni, tra cui Australia, Canada, e i paesi del nord Europa.

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie