I segreti della dieta giapponese per dimagrire velocemente

Mangiare con le bacchette, secondo i giapponesi, permette di fare bocconi piccoli e lenti, così sarà più facile sentirsi sazi e pieni di energia. Esiste infatti una distanza temporale tra quando lo stomaco è pieno e il momento in cui il cervello se ne accorge. Mangiando velocemente, si rischia quindi di mangiare più di quanto il nostro organismo avrebbe effettivamente bisogno, oltre che di assumere grassi e carboidrati in eccesso, che faticano poi ad essere smaltiti. Mangiare lentamente favorisce, inoltre la digestione, rendendola più veloce.

Hara hachibu è la “formula magica” giapponese per non incorrere nel pericolo di mangiare troppo. Il suo significato infatti, indica di “alzarsi da tavola quando si ha ancora un po’ di fame”. Oltre alle bacchette, nella cucina giapponese c’è anche qualche segreto in più da imparare. Ad esempio che il piatto perfetto è in realtà una ciotola.

La cucina giapponese non è così difficile da applicare nella vita di tutti i giorni, anche per noi occidentali. Gli alimenti giapponesi sono nutrienti ma leggeri, aromatici, saporiti e raffinati, ideali per una dieta perfetta. E non solo si tratta del cibo in particolare, ma del modo in cui i piatti vengono preparati e mangiati: i giapponesi affermano che i piatti devono essere preparati con molta cura, le porzioni piuttosto contenute ma di ottima qualità, e che vanno degustati e mangiati lentamente. Questo sarebbe il loro segreto per dimagrire e non invecchiare.

Riguardo gli ingredienti impiegati, la dieta giapponese prevede un 80% di vegetali (intendono verdure, frutta, alghe e funghi -anche se questi ultimi non sono vegetali-). Il 20% restante viene coperto dal pesce, il riso e la pasta di soia.

Questa dieta giapponese suggerisce invece un consumo moderato di banane, mango, avocado, uvetta, cereali, riso, noci, mandorle, pasta, patate, pane, pollame e pesce. La riduzione più drastica dovrebbe essere quella del pesce grasso (ricordatevi che non tutti i tipi di pesce sono buoni all’ora di fare dieta!), carne rossa, e frutta disidratata. Per condire e insaporire, i giapponesi utilizzano molto il miso, a base di estratti vegetali della soia, che si può usare nel brodo come dado; il miso ha un tenore bassissimo in grasso, perciò si rivela molto più conveniente che il classico brodo di carne o gallina. Per fare ad esempio una tipica zuppa di miso si impiegano ½ litro d’acqua, 2 cucchiaini di miso, ½ cipolla piccola, ½ carota, 1 foglia di bietola, 1 pezzettino di alga Wakame e 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Il miso va aggiunto alla fine e poi mescolato bene, con poco o niente sale perché è già molto saporito.

La dieta giapponese è ipocalorica, per cui vi consentirà di dimagrire velocemente, ed è anche ricca di antiossidanti, acidi grassi “buoni”, omega3, e in più fitoestrogeni (ottimi per regolare il ciclo mestruale).

Menù settimanale

Lunedì
Colazione: 2 fette di pane ai semi di lino o di girasole, 1 yogurt di soia, 1 pera, tè verde; Spuntino: centrifugato di mele, carote e radice di zenzero; Pranzo: insalata mista con riso integrale, pomodori, cetrioli, funghi, frittata tagliata a cubetti, 1 fetta di pane integrale, composta di patate dolci, tè verde; Merenda: uno yogurt di soia; Cena: insalata di spinaci con sesamo, spaghetti integrali al tofu saltati in padella, mezzo mango, tè al gelsomino

Martedì
Colazione: cereali o muesli (avena, riso o quinoa) e noci, latte di soia (o di riso), mezzo mango, tè verde; Spuntino: uno yogurt con un cucchiaino di miele; Pranzo: insalata di carote, rapanelli e cetrioli con sesamo e salsa di soia; carpaccio di tonno o di salmone e riso integrale; zuppa di miso; 1 arancia; tè verde; Merenda: macedonia con succo di limone; Cena: crudité alle patate dolci, 1 fetta di arrosto di maiale e lenticchie, mezza papaia, tè al gelsomino

Mercoledì
Colazione: 2 gallette di riso, frappé al tofu, tè verde; Spuntino: centrifugato di mele, carote e radice di zenzero; Pranzo: verdure in padella (broccoli, fagiolini, piselli, carote, peperoni rossi) e filetto di salmone alla griglia, 1 fetta di pane integrale, mezza papaia, tè al gelsomino
Merenda: uno yogurt di soia; Cena: zuppa di verdure miste, peperoni in padella e riso integrale, 1 fetta di pane integrale, un quarto di ananas fresco, 1 yogurt al latte di soia

Giovedì
Colazione: frullato di frutta a piacere, 2 gallette di riso soffiato, tè verde; Spuntino: uno yogurt con un cucchiaino di miele; Pranzo: insalata mista (con riso integrale, pomodori, cetrioli, funghi, frittata tagliata a cubetti), una fetta di pane integrale, merluzzo al curry, tè verde
Merenda: macedonia con succo di limone; Cena: insalata di spinaci con sesamo, spaghetti integrali al tofu saltati in padella, mezzo mango, tè al gelsomino

Venerdì
Colazione: due muffin alle carote, 2 piccole mele o due pere piccole, tè verde; Spuntino: centrifugato di mele, carote e radice di zenzero
Pranzo: Insalata mista (con riso, carote grattugiate, cetriolo, insalata verde, ravanelli), 1 fetta di pane integrale, mezza papaia, tè al gelsomino
Merenda: uno yogurt di soia; Cena: mezzo avocado, tofu al sesamo in padella, funghi Shiitake con cavolo cinese, 1 fetta di pane
integrale, tè verde leggero

Sabato
Colazione: cereali o muesli (avena, quinoa o grano saraceno) e noci, latte vegetale o latte di soia, 1 mela, tè verde; Spuntino: uno yogurt con un cucchiaino di miele; Pranzo: insalata di riso integrale e carote grattugiate, merluzzo al curry,  zucca al salto, 1 fetta di pane integrale, tè verde. Merenda: macedonia con succo di limone; Cena: zuppa cinese con fettuccine e funghi, frittata alle carote e quinoa, una fetta di pane integrale, un quarto di ananas, tè al gelsomino

Domenica
Colazione: 2 fette di pane ai semi di lino o girasole, 1 yogurt alla soia, mezzo pompelmo; Spuntino: centrifugato di mele, carote e radice di zenzero; Pranzo: insalata tropicale, branzino ai semi di finocchio, riso al tè verde, tè al gelsomino; Merenda: uno yogurt di soia
Cena: insalata di pomodori e di fagiolini rossi, riso pilaf, una fetta di pane integrale, uno yogurt di soia, tè verde leggero

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie