Uomo sta mezz’ora seduto sul water: l’intestino gli cade nella tazza

C’è chi ama il momento del bagno e si prende tutto il tempo necessario. Può leggere un giornale o un libro oppure farsi un giro sui social network con il proprio smartphone. Ma passare troppo tempo seduti sul water non è molto salutare.Un ciitadino cinese ha passato più di mezz’ora seduto sul water, mentre cercava di andare di corpo e allo stesso momento compulsava lo smartphone.

Ad un certo punto ha avvertito una strana sensazione al basso ventre e ha chiamato l’ambulanza grazie al telefonino che stringeva tra le mani. Giunto in ospedale nella città di Zhongsan nella provincia di Guangdong, i medici gli hanno trovato una enorme protuberanza, di circa 16 centimetri di lunghezza, che gli pendeva dall’ano. La diagnosi: prolasso rettale, ossia fuoriuscita dell’intestino retto. Le condizioni dell’uomo, che soffriva di questo tipo di disturbo fin dall’età di quattro anni, erano molto gravi.

Sottoposto a intervento chirurgico, la protuberanza gli è stata fatta rientrare. La causa: il prolungato tempo di permanenza “in sospensione” accompagnato allo sforzo per defecare hanno indebolito i muscoli pelvici, causando la fuoriuscita del tratto intestinale. La prolassi rettale è un fenomeno più diffuso tra bambini e anziani, ma i dottori sconsigliano comunque lunghe “sedute” sulla tazza.

Stare seduti sul water.

  1. Stare troppo tempo seduti sulla tazza. Forse per abitudine, forse per rilassarsi, non è così raro andare in bagno con un giornale, un libro, il tablet o lo smartphone. E si finisce con lo stare sulla tazza per più tempo del necessario. Anche troppo. Una cattiva abitudine che porta a una spiacevole conseguenza: la formazione delle famigerate emorroidi. Il gastroenterologo Anish Sheth spiega che non si dovrebbe stare in bagno per il tempo necessario. Senza esagerare. E consiglia di camminare, perché stimola l’intestino e ci aiuta a rilassarci.
  2. Usate spesso i tanto di moda asciugamani elettrici? Quelli, per intenderci, che ci asciugano tramite getto d’aria? Male. Anzi, malissimo. Uno studio inglese ha evidenziato che l’asciugatore elettrico diffonde 27 volte in più il numero di microbi e batteri con i quali entreremmo in contatto usando un tovagliolo. Se avete solo l’asciugatore a disposizione, prendete in considerazione l’idea di usare un fazzoletto di carta.
  3. Usate tanta carta igienica? Non è un bene. L’eccessivo uso di carta, spiega sempre il Dr. sheth, può provocare irritazioni che possono infettarsi e sanguinare. Un’alternativa è usare un getto d’acqua (senza farvi installare l’ultimo wc ultra-tecnologico prodotto in giappone, potete benissimo usare il getto d’acqua della vostra doccia).
  4. Attenti anche all’eccesso di pulizia. Saponi, bagnoschiuma e altri prodotti potrebbero non essere ottimali per la vostra pelle. Andando anche ad alterarne il naturale pH, con la possibile conseguenza di irritazioni cutanee. Evitate di eccedere con la pulizia, senza tuttavia evitare di lavarvi. Se possibile, favorite per le parti intime prodotti certificati come realmente neutri per la pelle (potete trovarli in qualunque farmacia).

Condividi questo articolo: 


Altre Notizie