Mercurio nel tonno in olio d’oliva nei vasetti di vetro, RASFF lancia l’allerta alimentare

Il ministero della salute svizzero ha inviato una comunicazione al sistema si allerta rapido europeo (Rasff) segnalando il ritiro dal mercato svizzero di una marca di tonno (Thunnus alalunga) in olio d’oliva nei barattoli di vetro proveniente dall’Italia per la presenza di mercurio oltre i limiti di legge.

La segnalazione che ha fatto immediatamente scattare l’allerta a livello europeo (Dettagli di notifica – 2018.0759) è pubblica solo perchè i barattoli di tonno sono esportati in Svizzera e in questi casi la norma europea prevede l’obbligo di informare il Rasff. Nello specifico il Ministero svizzero ha deciso di sospenderne la vendita per rischio grave. Il tonno (Thunnus alalunga), infatti, in base ai dettagli della notifica, presenta mercurio oltre i limiti (1.7 mg/kg – ppm), il doppio del consentito. Dose tale da far considerare il prodotto tossico per la salute. In Italia non c’è stata nessuna comunicazione, nulla è stato detto ai consumatori che non hanno alcun modo per scoprire quale sia il marchio e il lotto del tonno sotto accusa.

I rischi per la salute: il mercurio è un metallo pesante altamente nocivo per la salute. La sua tossicità è documentata da diverse fonti e in diverse epoche della storia. I sintomi da intossicazione acuta sono prevalentemente neurologici. Nelle donne in gravidanza può indurre danni al feto. Gli effetti da intossicazione da mercurio sono tremori, allucinazioni, danno renale, neurotossicità a livello della corteccia cerebrale e del cervelletto. Sono state riscontrate anche alterazioni dei movimenti, debolezza muscolare, perdita della vista e dell’udito. Naturalmente si tratta di sintomi estremi ma danno la misura della tossicità del mercurio.

Dato che il RASFF, ha attivato anche l’allerta per il ritiro dal commercio della parte di lotto eventualmente già commercializzato sia in Italia, sia in altri Paesi europei, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda massima allerta, in attesa che il Ministero della salute comunichi sul suo sito web, nella sezione “Avvisi di sicurezza” i lotti, il produttore ed il nome dei vasetti di tonno interessati dal richiamo dal mercato europeo e non solo.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie