Dieta del brodo per dimagrire 6 kg in 21 giorni, ecco cosa fare

La Dieta del Brodo promette di far perdere fino a 6 kg in 21 giorni. Il regime alimentare di questa dieta prevede due digiuni settimanali supportati da portate a base di brodo carne e sfruttandone le qualità sciogli grasso. Il brodo è ricco di vitamine, di sali minerali e di proteine; è un piatto unico in grado di idratare e contemporaneamente di saziare con il vantaggio di avere poche calorie. Mangiare brodo è quindi propedeutico per sentirsi sazi e quindi di mangiare meno aiutando l’organismo a purificarsi e a disintossicarsi.

Con il brodo disporremo quindi di un piatto completo con meno di 50 calorie e con anche il vantaggio di avere un drenaggio assicurato. Sia chiaro per perdere peso dovete assumere almeno una tazza di brodo al giorno, quindi a pranzo o a cena dovrete accontentarvi di assumere solo le 50 calorie massime prima descritte. Potremo però anche velocizzare questo meccanismo unendo qualche spezie al nostro liquido avendo tra l’altro il doppio beneficio di un piatto più saporito e anche in grado di bruciare rapidamente i grassi. In questo caso del pepe, della noce moscata o della paprica saranno sicuramente valide alleate.

Se amate il brodo di carne niente paura: potrete unirvi della carne magra, senza esagerare, che potrà essere anche mangiata durante la vostra dieta del brodo. E se preferite il brodo di pesce anche qui nessun problema: scegliamo il nostro preferito tra nasello, sogliola e orata, solo per citare alcune tra le più classiche preferenze e completando la dieta mangiando quanto immerso nel brodo come insaporitole. Insomma niente di più semplice e chi ha provato ha garantito ottimi risultati: in 10/15 giorni ci si depura perdendo quei chiletti di troppo e guadagnando anche in salute, visto che si curano contemporaneamente i malanni di stagione.

Dieta del brodo: cos’è e come funziona. Negli ultimi anni, la nutrizionista e naturopata Kellyann Petrucci ha scritto un libro, diventato presto un best seller Bone Broth Diet, in cui consiglia ricette per preparare un brodo miracoloso e propone una dieta di 21 giorni che promette di far perdere fino a 6 chili.

Il punto di forza della dieta americana è sviluppare una serie di benefici che rimettono in forze il corpo: capacità antinfiammatorie, potere nutrizionali, elevato quantitativo di collagene e proprietà depurativa.In pratica il brodo solletica le papille gustative, riscalda il cuore e rifornisce il corpo di nutrienti essenziali per prevenire il lassismo dei tessuti connettivi, combattere la ritenzione idrica e migliorare le funzioni biologiche.

La dieta dei 21 giorni prevede 5 giorni di alimentazione con cibi antinfiammatori e due giorni di mini-digiuno a base di brodo. Nei cinque giorni lo schema si ripete: a colazione (una porzione di proteine, una di grassi e una di frutta) e a pranzo e a cena (una porzione di proteine, due porzioni di verdure e una porzione di grassi).

Nei giorni di solo brodo si può bere fino a 5 tazze di brodo e aggiungere uno spuntino ovvero una cena leggera alle sette di sera. I giorni del mini-digiuno possono essere scelti in base alle esigenze personali e non devono cadere sempre negli stessi giorni della settimana. Nella dieta della nutrizionista per dimagrire è importante che i giorni di mini-digiuno siano separati da uno o due giorni di alimentazione normale come il lunedì e il giovedì.

Ingredienti da utilizzare. Il libro di Kellyann Petrucci indica diverse ricette del brodo miracoloso a base di ingredienti diversi, ma tutti cotti in due momenti ovvero prima per 15 minuti e poi per 30 minuti: ossa della carcassa di 3 o 4 polli, 6 o 8 zampe di pollo o 1 di maiale, 1 pollo intero e le ali o le cosce di un pollo e così via. In tutte le ricette del programma per dimagrire di Kellyann Petrucci è importante coprire gli ingredienti di acqua per aiutare le ossa a rilasciare tutto il collagene e i nutrienti contenuti.

Cibi da evitare
La dieta del brodo, però, impone il divieto di consumare cibi come cereali, prodotti a base di mais, oli industriali, dolcificanti artificiali, latte e derivati, zuccheri, cibi confezionati, legumi, patate bianche e alcool.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie